AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE CULTURA

Cartier Bresson e Capa all’asta a Milano per il debutto della prima asta di fotografia della Bolaffi

bolaffi2Celebri scatti antichi e moderni saranno protagonisti della prima asta di fotografia organizzata dalla casa d’aste Bolaffi, in programma l’8 ottobre allo Spazio Bigli di Milano con un catalogo di oltre 280 lotti. La vendita conterrà una selezione di foto di artisti internazionali – come Ansel Adams, Robert Doisneau, Mario Giacomelli e Steve McCurry – scatti di fotogiornalismo, da Robert Capa a Henri Cartier Bresson, fino a un prezioso nucleo di immagini ottocentesche tra le quali spicca il lavoro della fotografa britannica Julia Margaret Cameron, “Adeline and Augusta Vaughan” (1864), uno dei top lot della vendita, con una base d’asta di 5.000 euro.

Bolaffi debutta nel nuovo promettente ambito proponendo un’ampia panoramica di immagini iconiche, dagli albori della fotografia alla contemporaneità, come spiega l’Ad della maison torinese Filippo Bolaffi: “Esordiamo in un settore che all’estero è già mainstream alla pari dell’arte moderna, ma che in Italia sta muovendo i suoi primi passi. Per questo guardiamo con interesse ai compratori stranieri, con la speranza di poter essere di stimolo anche per la nascita di nuovi collezionisti italiani, desiderosi di acquisire ‘istantanee’ della nostra storia recente, di indubbia piacevolezza estetica e a costi ancora molto contenuti rispetto al loro potenziale di mercato”.

Tra le altre proposte dell’Ottocento figurano una stampa fotografica vintage del tedesco Wilhelm von Gloeden con cinque fanciulli su una terrazza (1900 circa), lotto con la base d’asta più alta di tutta la vendita, pari a 6.500 euro; un raro album di soggetti cinesi di Lai Afong (base 2.000 euro); l’immagine iconica di Edward Curtis “The Three Chiefs – Piegan” del 1900, raffigurante tre fieri capi indiani in sella ai loro cavalli (parte da 3.000 euro).

Nel corpus degli autori moderni spiccano “Moon and Half Dome, Yosemite National Park” (1960) del fotografo paesaggista statunitense Ansel Adams (altro top lot con base d’asta 5.000 euro); “Burma”, suggestiva immagine a colori scattata in Myanmar nel 1994 da uno dei più grandi maestri viventi, Steve McCurry (base 3.500 euro); le rappresentazioni del paesaggio urbano di New York firmate da Berenice Abbott, Aaron Siskind e Stephen Shore; alcuni scatti di uno degli autori più apprezzati di sempre, il francese Robert Doisneau.

In questa vendita  gli amanti del fotogiornalismo troveranno i pezzi per arricchire le loro raccolte, a partire da dieci fotografie di Henri Cartier-Bresson, da molti conosciuto come l’“Occhio del XX secolo”, e lotti provenienti da una collezione privata europea, rappresentativa degli autori dell’agenzia Magnum i quali, con i loro obiettivi, hanno immortalato momenti storici: Robert Capa l’arrivo degli alleati in Europa, René Burri la guerra del Vietnam, Charles Moore le lotte per i diritti civili negli Stati Uniti e Bruno Barbey il dopoguerra in Italia.

bolaffi1

Particolarmente significativi anche i ritratti di personaggi del mondo della cultura colti nei loro momenti più intimi – come Ava Gardner avvolta nell’accappatoio di Wayne Miller, Anna Magnani in una trattoria romana mentre legge la notizia dell’assassinio di Kennedy di John Phillips e Pablo Picasso fotografato da Robert Capa mentre gioca con il figlio o passeggia in spiaggia con Françoise Gilot (base 2.500 euro) – e quelli dei grandi protagonisti del Novecento: Winston Churchill nel suo ritratto più noto firmato Philippe Halsmann e John Kennedy immortalato dal retro della sua imponente poltrona nera da Cornell Capa. Interessanti inoltre i lotti composti da cinque fotografie originali utilizzate per realizzare i volumi “J’aime” con i lavori di Jeanloup Sieff, Frank Horvat e Yvan Dalain.

bolaffi3Una bella selezione di autori italiani presenta un nucleo di fotografia sperimentale degli anni Settanta: scatti di Bruno Locci, Gianfranco Chiavacci e Paolo Gioli, quest’ultimo partecipante alla Biennale di Venezia.

La scuola emiliana di fotografia è ben rappresentata da Luigi Ghirri, tra gli autori più ricercati della fotografia internazionale; vi sono poi foto vintage del maestro del colore Franco Fontana, e di Nino Migliori, presente in asta con lo scatto del “Tuffatore” (basa d’asta 2.000 euro). Non poteva mancare Mario Giacomelli con i suoi paesaggi incisi nella carta fotografica e un lavoro del “Girotondo dei pretini”.

Ad arricchire ulteriormente la proposta, i lavori dei principali fotografi internazionali del mondo della moda e del jet set. Primo fra tutti David Bailey, celebrato nella recente retrospettiva al Pac di Milano, con tre ritratti di Mick Jagger e dei Rolling Stones. Una nostalgica Marilyn Monroe in abito nero è immortalata da Bert Stern (base 3.000 euro), mentre Herb Ritts ritrae un giovane Richard Gere e uno scanzonato David Hockney.

Il catalogo completo dell’asta è disponibile al link: www.astebolaffi.it/fotografia

21 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988