AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Il 3 settembre manifestazione a piazza Don Bosco contro le mafie

antimafia capitale“A chi vuole combattere davvero per la legalità dico ancora una volta che il nostro partito c’è e ci sarà. Oggi inizieremo un presidio nella piazza sfregiata ieri (Don Bosco, ndr). E il 3 settembre ci ritroveremo lì con chi vorrà dire ai criminali che Roma non è e non sarà mai la loro città”. E’ quanto ha annunciato su Facebook il commissario del Pd Roma, Matteo Orfini, in merito al funerale di Vittorio Casamonica che si è tenuto ieri proprio nella chiesa di Don Bosco di Cinecittà.

“Ieri è successa una cosa che non sarebbe mai dovuta accadere ma che almeno serve a far comprendere di cosa stiamo parlando da mesi. Quella del funerale stile Padrino è una provocazione, una sfida. Alla città, alle istituzioni, ai romani. Quella che stiamo combattendo è una battaglia durissima, che vinceremo, ma della cui portata bisogna che tutti acquistino consapevolezza. Anche nel nostro partito, anche nelle classi dirigenti della città”.

“Quando divenni commissario dissi che se a Roma c’era Mafia Capitale, il Pd sarebbe dovuto diventare Antimafia Capitale- aggiunge Orfini- abbiamo provato a farlo in questi mesi: a Ostia e in ogni altra occasione. Abbiamo cominciato a rigenerare il Pd, abbiamo spinto per una rigenerazione della Città. Abbiamo aiutato il sindaco e il presidente della Regione, difendendoli da chi li voleva sul banco degli imputati quando invece ogni giorno che passa aiuta a comprendere cosa stavano e stanno combattendo”.

Di fronte a quello che è accaduto ieri “si individuano i responsabili ma soprattutto ci si stringe intorno alle istituzioni e ci si compatta contro il crimine- conclude- a Roma non ci sono re. I mafiosi non conquisteranno mai questa città. Questa consapevolezza dovrebbe unire la politica e invece ancora una volta non mancano le stridule grida di sciacalli senza scrupoli. A loro suggerisco di volare altrove, che il cielo di Roma merita di meglio”.

21 agosto 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram