Emilia Romagna

La pazza idea di Cesena: in mille a suonare i Foo Fighters sullo stesso palco

BOLOGNA – Da un anno coltivano “la folle idea” di far suonare insieme mille persone sullo stesso palco. E ora “il miracolo” è a portata di mano. Domenica prossima, 26 luglio, al parco Ippodromo di Cesena andrà in scena “Rockin’1000”, il maxi-evento ideato e organizzato dal basso da un gruppo di giovani romagnoli.

L’idea è tanto semplice quanto pazzesca: mettere insieme mille musicisti rock, professionisti e dilettanti, che suonino contemporaneamente “Learn to fly”, uno dei pezzi più famosi dei Foo Fighters. Un evento unico e molto probabilmente irripetibile. Insomma, roba da Guinness dei Primati.

Col video della performance, che “farà il giro del mondo”, gli organizzatori di “Rockin’1000” sperano poi di convincere Dave Grohl e soci a tenere un concerto a Cesena. I contatti con l’entourage della band sono avviati e anche con i referenti del Guinness dei Primati.

“Siamo molto carichi e anche preoccupati- ammette Fabio Zaffagnini, ideatore del progetto, parlando alla ‘Dire’- è una cosa complicata, che non è mai stata tentata da nessuno. Non esiste nel libro dei Guinness”. L’idea è nata nel maggio 2014. Per portare i Foo Fighters a Cesena serviva “una cosa fuori dal comune” e così si è pensato a Rockin’1000. In dicembre è stato diffuso online un primo video promozionale, che “è stato un successo planetario”. In pochi mesi, grazie al crowdfunding, sono stati raccolti oltre 40.000 euro. “Il primo miracolo è stato raccogliere i fondi”, sottolinea Zaffagnini. Anche il Comune di Cesena “ci ha dato una grossa mano”, non solo per l’evento di domenica ma anche per i due giorni precedenti. Venerdì, per le strade di Cesena, una ventina di band si esibiranno in una sorta di “buskers per rockettari”, mentre sabato sera al Molo95 di Cesenatico è in programma un rock party per la vigilia.

foo fighters

A parte la logistica, il problema più grosso di “Rockin’1000” sarà sincronizzare i rockers sul palco. I mille occuperanno uno spazio grande come un campo di calcio e per questo è stato reclutato un direttore d’orchestra per guidarli.

Si tratta del maestro Marco Sabiu, volto noto del Festival di Sanremo e musicista che negli anni ha lavorato con artisti del calibro di Ennio Morricone, Luciano Pavarotti e Ligabue. Sabiu cercherà di far andare a tempo i musicisti, aiutato da un segnale luminoso che batterà i quattro quarti e dal ‘click’ in cuffia per la gran parte delle persone impegnate a suonare. I mille saranno disposti ad arcobaleno: all’esterno i 250 batteristi, poi i 150 bassisti, i 350 chitarristi e al centro i 250 cantanti. Ad oggi, spiega ancora Zaffagnini, “abbiamo praticamente concluso il reclutamento dei musicisti, ne manca una manciata”. In questi giorni saranno montate le impalcature e le strutture per le riprese dell’evento. Domenica mattina i musicisti cominceranno ad arrivare intorno alle 8.30 al parco Ippodromo di Cesena per posizionarsi (ognuno deve portare il proprio strumento). Intorno a mezzogiorno cominceranno le prove, fino alle 18, quando gli organizzatori contano di essere pronti per far suonare tutti insieme i mille sul palco. La performance sarà ripresa e, a seguire, sarà registrato anche un video-appello per i Foo Fighters. “Sarebbe bello se ci fossero almeno 4.000 persone”, azzarda Zaffagnini. Il team di Rockin’1000 conta una ventina di persone, tra cui social manager, organizzatori di eventi e videomaker, ma in tutto all’evento lavorano circa in 100 (volontari).

di Andrea Sangermano

Giornalista professionista

21 luglio 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»