74° congresso Sip, Villani: Una festa della pediatria; ‘Shaken baby’ tra prime cause morte nel I anno vita

74° CONGRESSO SIP, VILLANI: UNA FESTA DELLA PEDIATRIA 

Il 74° congresso italiano della Sip e’ stato una festa della Pediatria. Così il presidente Alberto Villani ha definito l’evento che ha animato la scorsa settimana la Capitale, riunendo per cinque giorni i pediatri provenienti da tutta Italia.

‘SHAKEN BABY’ TRA PRIME CAUSE MORTE NEL I° ANNO VITA 

La Shaken Baby Syndrome (sindrome del bambino scosso) è una delle prime cause di morte nei bambini molto piccoli, in genere al di sotto dell’anno, ed e’ determinata da uno scuotimento violento del piccolo da parte di uno dei due genitori. A spiegarla e’ Elena Coppo, del reparto di Pediatria d’Urgenza dell’Ospedale Regina Margherita di Torino.

BAMBINI VIAGGIATORI, POPOLAZIONE ESTREMAMENTE ETEROGENEA 

I bambini viaggiatori sono un fenomeno in costante aumento che riguarda anche bambini molto piccoli, neonati e lattanti. Una categoria vasta che non comprende solo i “bambini turisti, ma anche coloro che tornano nel Paese d’origine, a trovare la famiglia, i nonni. Bambini che viaggiano per periodi lunghi, spesso senza prestare grande attenzione a cosa mangiano, a dove sono. Poi ci sono i rifugiati, gli immigrati, che viaggiano per i motivi ben noti. È una popolazione estremamente eterogenea, descritta da Luisa Galli, docente di pediatria al Dipartimento di scienze della salute all’Università di Firenze.

GENITORI E VACCINI? VALENTE (ASL RME): PRIMA L’ASCOLTO 

“Esiste un modo corretto di parlare ai genitori dei vaccini: ascoltarli, fare le domande giuste, creare un clima di fiducia. Vale per i vaccini ma per tanti altri ambiti”. Ne e’ convinto Michele Valente, pediatra di famiglia della Asl RmE, che ai microfoni della Dire aggiunge:

LATTI VEGETALI DI MODA, MA CRESCE RISCHIO NUTRIZIONALE 

In questi ultimi anni, in base ad una supposta scelta salutare o ad un aumento di diagnosi non esatte di intolleranze alimentari, si stanno escludendo il latte vaccino o le formule di proseguimento nei bambini piu’ piccolini a vantaggio dei cosiddetti latti vegetali a base di soia, riso, mandorle, cocco e avena. Di sicuro non sono ‘latti vegetali’ ma bevande vegetali, essendo il latte solo quello prodotto dalla mamma, dalla mucca o dalla capra. Ne parla alla Dire Giuseppe Morino, responsabile della UO Dietologia Clinica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

21 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»