Salvini contro la scorta a Saviano, è bufera

Politica

Salvini contro la scorta a Saviano, è bufera

ROMA – Revocare la scorta a Saviano? “Saranno le istituzioni competenti a stabilire se corra qualche rischio, anche perché mi pare che passi molto tempo all’estero”. Comunque, “quello di Saviano e’ l’ultimo dei miei problemi. Valuteranno come si spendono i soldi degli italiani. Gli mando un bacione”. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, ospite di Agora’ su Rai Tre.

ROSATO: SALVINI ARROGANTE USA MINISTERO PER CAMPAGNE PERSONALI

“Minacce inaccettabili per un uomo che ha contribuito a far luce su un sistema criminale pervasivo e pericoloso. Salvini continua ad interpretare il ruolo di ministro in modo arrogante e per le sue campagne personali. La scorta a Saviano, come lui stesso raccontò, non è una concessione ma la protezione che lo Stato deve garantire a chi minacciato per avere combattuto mafia e camorra”. Lo dichiara il vice presidente della Camera Ettore Rosato.

DELRIO: TOLGA A ME LA SCORTA MA LA LASCI A SAVIANO

Se Salvini vuole risparmiare “tolga a me la scorta ma la lasci a Roberto Saviano”. Lo dice il capogruppo del Pd alla Camera Graziano Delrio a Rainews24.

CIVATI: SALVINI PESSIMO, VIOLENTO, PERICOLOSO, GIOCA SPORCO

“Pessimo, violento, pericoloso: un ministro dell’Interno che gioca sporco”. Cosi’ Pippo Civati, commenta le parole di Matteo Salvini sulla possibile revisione della scorta a Roberto Saviano.

 

 

21 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»