Migranti, Salvini: “Se accordo già scritto Conte non vada a Bruxelles”

ROMA – “Se andiamo a Buxelles per avere il compitino gia’ scritto da Francia e Germania, se pensano di mandarci altri migranti invece di aiutarci, allora non andiamo nemmeno, risparmiamo i soldi del viaggio”. 

Lo dice il vicepremier Matteo Salvini, ospite di Porta a porta, commentando l’indiscrezione secondo cui il presidente del Consiglio Giuseppe Conte potrebbe non andare domenica al vertice di Bruxelles se fosse solo per firmare una bozza di accordo “preconfezionata”. “Spero che Conte vada a far valere le nostre ragioni- aggiunge Salvini- ma l’Italia non e’ piu’ scontata, il popolo italiano non e’ piu’ in vendita”. 

21 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»