Rassegna stampa di Martedì 21 Giugno 2016

A cura di Monica Macchioni

Repubblica,prima.EZIO MAURO. La storia rottamata

Repubblica,prima. Renzi: un voto di cambiamento. Banche e cemento, la sfida M5S

Repubblica,p4. TOMMASO CIRIACO. Filotto di comuni da nord a sud incetta di voti dove la crisi morde

Repubblica,p6. GIOVANNA CASADIO. Sfogo del premier ieri in consiglio dei ministri. Alfano: ora devo sapere se staremo insieme anche alle elezioni. “Non personalizzo piu’ il referendum pero’ a tirare la carretta sono solo io”

Repubblica,p7. Intervista a PIERO FASSINO. Matteo ascolti di piu’ chi fatica e affidi il partito a un suo vice. Si parla tanto di meritocrazia, ma nel mio caso e’ stata negata. E consiglia: l’Italicum va ripensato. Se un pensionato deve vivere con 400 euro al mese, o gli dai una risposta oppure quello va da Grillo

Repubblica,p9. Intervista a PAOLO BERDINI. Stop ai palazzinari e su Olimpiadi e stadio e’ meglio ripensarci.

Repubblica,p12. Sala verso nomine sprint. “Giunta meta’ di donne, Londra il mio modello”.

Repubblica,p12. Intervista a STEFANO PARISI. Ora daro’ un contributo ai moderati non si vince con un leader radicale. E’ nata una cosa che non va buttata via, adesso c’e’ un programma di governo. Salvini sbaglia. Ci e’ mancata solo una manciata di voti, ma si deve ripartire da qui,dal modello Milano, Salvini sbaglia. Abbiamo perso perche’ c’e’ stato un fortissimo serrare le fila del centrosinistra e da parte nostra un pochino meno

Repubblica,p13. Subito l’asse con Scola in agenda la promessa della nuova moschea

Repubblica,p15. Intervista a GIOVANNI TOTI: un papa straniero non ci serve se corriamo uniti possiamo vincere. Il leader dello schieramento dovra’ saper rappresentare tutti

Repubblica,p15. STEFANO FOLLI. Gli elogi del premier ai vincitori ultima arma contro gli avversari interni

Repubblica,p34. Budget unico Ue il piano Juncker e’ insufficiente

IL FATTO,prima. ANTONIO PADELLARO. Le rughe del renzismo di governo

IL FATTO,prima. M5S, prima mossa: ‘i poteri forti li rottamiamo noi”

IL FATTO,p2. FABRIZIO d’ESPOSITO. Grillini pigliatutto. E’ nato il Partito della Nazione: M5S. Come “realizzare” il sogno di Matteo, pescando a destra e a sinistra

IL FATTO,p5. Intervista a SERGIO CHIAMPARINO. Il Pd e’ poco piu’ di una struttura per gestire potere. Due anni fa il premier era un valore aggiunto. Diamo un segnale, azzeriamo le correnti. Si deve discutere e capire cos’e’ successo: non ci puo’ essere un solo colpevole

IL FATTO,p6. Intervista a BARBARA SPINELLI. L’Europa chiama populista chi rifiuta le oligarchie. L’europarlamentare e le analisi a suon di slogan: c’e’ il desiderio profondo di restaurare in pieno la sovranita’ popolare.

IL FATTO,p6. CARLO TECCE. Rai, la bufera grillina congela le nomine. Il membro Agcom in quota Pd. Non c’e’ nessun bavaglio al No. Ma lo ha deciso lui da solo. Niente cambio al vertice dei telegiornali per adesso

IL FATTO,p7. Raggi, caccia al curriculum con l’incubo di inciampare. Dopo la vittoria c’e’ da fare la squadra: ma oltre agli assessori bisogna selezionare una intera classe politica. Che scarseggia e fa gia’ discutere

IL FATTO,p8. Un brivido per i poteri forti: in fumo affari per 20 miliardi. Olimpiadi, metro’, multiutility: a Roma e Torino le grilline fanno saltare il banchetto.

IL FATTO,p13. ALFONSO SABELLA. Caro Direttore, ecco le mie vere frasi sulla Raggi. Ho parlato di iscrizione nel registro degli indagati, non di avviso di garanzia come erroneamente scritto nel pezzo dell’Huffington

Stampa,prima. MAURIZIO MOLINARI. Le risposte che i partiti devono dare

Stampa,p5. Intervista a ETTORE ROSATO. Quali errori del segretario?i nostri si sono vergognati delle riforme fatte dal governo.

Stampa,p5. Intervista a GiANNI CUPERLO. Sconfitta severa, nelle periferie ci guardano come marziani. E’ urgente un cambio di rotta

Stampa,p6. Intervista a MATTEO SALVINI. Parisi leader nazionale? Si occupi del Comune. Lui e Lupi facevano a gara a prendere le distanze da noi, come fossimo appestati. Basta con minestre riscaldate

Stampa,p7. Intervista a NOGARIN: il referendum dara’ la spallata definitiva a Renzi. Sta creando la tempesta perfetta

Stampa,p8. Lettera strappacuore del marito: “mi manchi da morire, prometto che ti proteggero’ sempre”

Stampa,p10. La delusione di Fassino: “non doveva essere un referendum su Renzi”. E ora il sindaco sconfitto teme che gli investimenti si spostino su Milano

Stampa,p11. Intervista a SERGIO CHIAMPARINO. Basta con le correnti e il potere. Il Pd torni a occuparsi delle persone. Sento circolare lo stesso vento del 1994

Stampa,p11. Intervista allo storico dell’industria BERTA. Ma il vero sconfitto e’ l’establishment locale. Il vecchio partito non conosce piu’ la citta’

Stampa,p13. Stavolta e’ caduto il tabu’: asse destra-M5S contro il Pd. Voti incrociati al secondo turno, ora e’ a rischio il referendum

Stampa,p15. Intervista a MASTELLA: io come San Clemente mi davano per suonato e sono stati suonati. Salvini e’ un mezzo leader. E’ Benevento il vero laboratorio del centrodestra

Unita’,prima. ALFREDO REICHLIN. Il forte segnale dalle elezioni

Unita’,p2. Intervista a LUIGI ZANDA. Ora dobbiamo tornare nelle sezioni e recuperare i valori

Unita’,p3. FABRIZIO RONDOLINO. La sfida a Grillo si vince con il primato dell’innovazione

Unita’,p7. Intervista a MAURIZIO MARTINA. La differenza l’hanno fatta, l’unita’ del Pd e della coalizione. Dopo il primo turno decisiva la nostra capacita’di aprire ulteriormente il progetto civico a nuovi protagonisti

Unita’,p7. Salvini voleva fare il premier ma si e’ fermato a Cascina

Unita’,p8. Intervista a SERGIO CHIAMPARINO. Il Pd ha gestito troppo potere, torniamo a essere una comunita’. Bisogna rimettere al centro le tematiche del lavoro e della crescita

Unita’,p10. UMBERTO RANIERI. Napoli, sciogliere il Pd e creare un’alternativa a DE MAGISTRIS

Corsera,prima. GIAN ANTONIO STELLA. Un bagno di realta’

Corsera,prima. Casaleggio jr si confessa: non mi candidero’ mai, continuo a lavorare per la democrazia diretta nel nome di mio padre

Corsera,p5. MARIA TERESA MELI. Il premier vuole una segreteria politica. E pensa a Martina, Zingaretti e Rossi. Anche Errani in lizza, il ministro possibile vice. Fuori Serracchiani e Carbone. La Direzione di venerdi. Le critiche nella sua maggioranza: da Franceschini a Fassino e ai Giovani Turchi, sconfitti nelle citta’

Corsera,p6. Intervista a BERSANI: amareggiato come per i 101. Discutiamo anche del governo.

Corsera,p6. Ma la sinistra si divide sul doppio ruolo del leader. Speranza chiede un passo indietro dalla guida del partito: non fa bene neanche a lui. No di Cuperlo

Corsera,p8. L’asse trasversale anti Italicum. E il leader Pd potrebbe lasciar fare

Corsera,p12. Bondi e Repetti lasciano Ala: ma sosteniamo il governo

Corsera,p13. Intervista a TOTI: per i nostri elettori meglio un grillino di un renziano. E’ un fronte del NO. Cosi bocceremo le riforme.

Corsera,p15. Intervista a SALVINI. Il centrodestra modello Milano ha perso. Il Carroccio solo al Nord? Mai, quello e’ il passato

Corsera,p16. Intervista ad AMBROSOLI. Il modello? E’ l’agenda del premier esposta in modo sobrio

Corsera,p17. Gelo tra Parisi e i partiti: ‘noi tagliati fuori”. Ma Albertini li attacca: “serviva la lista civica”

Messaggero,prima. VIRMAN CUSENZA. Il cambiamento e le attese della Capitale

Messaggero,prima. Renzi: ora rottamo il mio Pd

Messaggero,p5. Intervista a LORENZO GUERINI. L’Italicum non lo cambiamo e a ottobre non si vota su Matteo. Il lanciafiamme non serve, ma il Nazareno dev e sostenere lo sforzo di cambiamento. Sarebbe sbagliato rimetter mano alla legge elettorale sulla base delle convenienze di un partito

Messaggero,p6. Intervista a GIORGIA MELONI. Lo so che molti dei miei l’hanno votata ma sulla legalita’ non mi ha convinto. A Roma Forza Italia ha favorito Renzi. Basta con gli inciuci se facciamo la destra possiamo vincere. Al ballottaggio per il Campidoglio alla fine non ho scelto nessuno faro’ opposizione leale in consiglio

Messaggero.p9. Intervista a SERGIO CHIAMPARINO. Mi dispiace molto per l’amico Piero, ma si deve dialogare

Messaggero,p13. Il Carroccio modello Salvini va a fondo nella sua Padania

Mattino,prima. DE MAGISTRIS: chiamero’ il premier

Mattino,p3. Intervista a CHIAMPARINO. Ora sciogliamo le correnti. Pd autoreferenziale, lontano dai bisogni del Paese

Mattino,p3. Minoranza all’assalto: basta doppio incarico. Rimpasto nel partito, Martina in crescita

Mattino,p5. Intervista a VATTIMO: a me Fassino andava benissimo, ma ho votato contro per bocciare Renzi

Giornale,prima. ALESSANDRO SALLUSTI. Prende i voti e scappa. Cosi Grillo usa il centrodestra

Giornale,p3. Intervista a MARIASTELLA GELMINI: Parisi? Non ha fruttato slegarsi dai partiti. Nessun tradimento da loro al ballottaggio. Servono nuove regole per valorizzarli

Giornale,p4. Intervista. DE CORATO attacca LA RUSSA: un tappo che ci ha frenato

Giornale,p5. Intervista a FEDRIGA. Candidati non convincenti. Matteo ci ha portati in alto. Grazie a lui siamo un partito a due cifre. L’appoggio ai grillini? Erano il meno peggio

Libero,prima. VITTORIO FELTRI. Da loro dipende il successo di Cinquestelle

Libero,prima. FAUSTO CARIOTI. Ora basta tirare in ballo il populismo

Libero,p2. FRANCO BECHIS. Ecco perche’ ha vinto Grillo

Libero,p6. Intervista a TOTI: finiamola di battibeccare e di cercare leader esterni. Ormai e’ chiaro che divisi non siano competitivi. Il voto prova che gli uomini della Provvidenza non servono. Silvio non ha seguito il mio consiglio

Libero,p8. Intervista a MASTELLA. Ho battuto il Pd con i suoi voti. Ho fatto il record di affluenza. Il centrodestra puo’ ripartire da due donne

IL TEMPO,prima. LUIGI BISIGNANI. Rottamatore rottamabile

IL TEMPO,prima. ALBERTO DI MAJO. Ave Raggi morituri Pd te salutant. Disastro Pd. Dopo vent’anni di dominio la sinistra cancellata nella Capitale. Poteri forti, imprenditori e classe dirigente rottamati dall’imprenditrice Virginia

IL TEMPO,p2. C’era una volta il Partito Democratico

IL TEMPO,p4. Al governo “con bellezza e semplicita’”. La neo sindaco Raggi alle prese con assessori e consiglieri. Apertura all’opposizione: se utili voteremo proposte di Pd e destra

IL TEMPO,p5. Il nuovo esercito dei 29 grillini in Aula. Consiglieri uscenti, avvocati, professori, ingegneri eletti con pochi voti. C’e’ il web desingner e persino un esperto in medicina tradizionale cinese

IL TEMPO,p5. Asl, interrogazione sugli incarichi. Il senatore Augello chiede alla Lorenzin verifiche sulla selezione della Raggi

IL TEMPO,p10. Lo stadio della Roma a rischio causa. Il futuro assessore Berdini contrario: se blocca l’iter si va in tribunale. Intanto Pallotta tende la mano alla Raggi: avra’ un compito difficile

IL TEMPO,p12. Lega-Forza Italia, scintille sul flop. Salvini arretra nelle urne e se la prende con i moderati: ora cambiamo tutto. Brunetta ribatte: ripartire da Milano. Malumori tra i “nordisti” del Carroccio

IL TEMPO,p12. Fronda contro Alfano: 5 NCD pronti all’addio. Pochissimi consiglieri eletti nei territori, i parlamentari del Sud meditano il ritorno in Fi. Lupi e Angelino in disaccordo sull’alleanza con la Lega

IL TEMPO,p13. Intervista a MASTELLA: io, il Bill Clinton italiano. Salvini? Gli faccio un pernacchio. Clemente ha stravinto con il 62,8%. Le critiche dei social. Non le considero via web parlano tanti cretini. Protesta. Mi hanno votato in tanti stufi dei precedenti amministratori

IL TEMPO,p15. Morto al Baghdadi?  E’ “giallo”. Televisione iraniana ne annuncia l’uccisione ma l’Isis smentisce. Servizi segreti. Gli 007 russi sostengono che il Califfo sia ferito ma vivo

IL TEMPO,p21. Appalto Cup. Venafro: mai fatto favori a nessuno. L’imputato per turbativa d’asta: con Gramazio rapporti istituzionali

IL TEMPO,p23. MASSIMILIANO LENZI. Domenica In. L’alba della tv. 40 anni fa nasceva il programma-fiume. Corrado e la Rai inventavano il futuro

21 Giu 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»