Camera, Di Battista: “Sanzionato per aver mostrato stanze segrete”

ROMA – “Da venerdì scorso e per 2 settimane mi sarà negato l’accesso alla Camera dei Deputati. Forse non potrò votare nemmeno la legge elettorale. Cioè i parlamentari che hanno votato l’Italicum (giudicato incostituzionale) voteranno la nuova legge elettorale mentre noi che avevamo votato contro l’Italicum (avevamo compreso che si trattava di una legge illegale) saremo probabilmente decimati dalle loro sanzioni”. Lo dice Alessandro Di Battista, del M5s, su facebook.

“Io per 15 giorni non potrò rappresentarvi in Parlamento per aver “combattuto” per l’abolizione dei vitalizi. Cosa ho fatto di così grave? Ho provato, insieme a molti altri parlamentari del M5S, ad entrare nella sala dove si stava svolgendo l’ufficio di presidenza presieduto da Madama Boldrini. Sapevamo che ci avrebbero sanzionato e multato ma è un nostro dovere mostrarvi quel che succede nelle “stanze segrete” dove chi dice di occuparsi dei problemi dei cittadini non fa altro che occuparsi dei privilegi suoi”, aggiunge.

Di Battista conclude: “Dovevamo mostrarvi le loro prese in giro, la loro ipocrisia. Il M5S è per l’abolizione totale dei vitalizi (noi siamo gli unici a potervela garantire anche perché nessuno di noi ne prende uno) e per applicare la legge Fornero anche ai parlamentari. Così si renderanno finalmente conto dei danni che sta facendo”.

21 Mag 2017
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»