Orfini: "Il vento sta cambiando, ci giochiamo la partita per vincere" - DIRE.it

Lazio

Orfini: “Il vento sta cambiando, ci giochiamo la partita per vincere”

orfiniROMA – “Noi abbiamo iniziato questa campagna elettorale forse un po’ troppo preoccupati, e invece poco a poco abbiamo misurato come non solo possiamo riuscire nell’obiettivo di arrivare al ballottaggio ma di vincere e tornare a governare Roma. Il vento sta cambiando, il clima in questa città sta cambiando. Non lo vediamo solo dai sondaggi, lo respiriamo ogni giorno nella città. Ora affrontiamo questi ultimi 20 giorni certi di poterci giocare la partita. Con il lavoro che abbiamo fatto noi siamo in condizioni di vincere la città“. Lo dice Matteo Orfini, presidente del Pd, partecipando a una iniziativa organizzata al Cinema Farnese, in Piazza Campo De’ Fiori, a sostegno di Roberto Giachetti per la corsa a sindaco della Capitale.

“In questa campagna elettorale- sottolinea Orfini- ci troviamo da soli a voler parlare di cio’ che serve alla città. Contro abbiamo una simpatica compagnia di giro, dove si fanno gli occhi dolci l’un con l’altro promettendosi voti al ballottaggio e pero’ tutto fanno fuorchè parlare della città. A parte la funivia, vi ricordate qualche proposta della Raggi per Roma? Ve ne ricordate una di Marchini o della Meloni? Difficile, perchè la campagna elettorale la combattono chiedendo voti contro il Partito democratico, contro il governo, contro gli Ufo, non lo so contro chi.. ma mai per fare qualcosa. Noi abbiamo fatto una scelta diversa evitando di rispondere agli attacchi: quella di provare quotidianamente a parlare con i cittadini per fare vedere che c’è qualcuno che propone soluzioni e punta sui bilanci della città e qualcuno che spera che i problemi non si risolvano per lucrare sulla rabbia e sulla disperazione della gente. Ma questa differenza comincia ad emergere. Poi è chiaro che ad alcune cose non si puo’ non rispondere perchè a qualcuno gli scappa la mano. Ho sentito che Meloni dice che noi siamo i partiti responsabili di Mafia Capitale. Le voglio bene, è una ragazza simpatica e appassionata, e pero’ adesso questo suo ‘fischiettare’ facendo finta che con Alemanno non c’entrava nulla è abbastanza complicato da credere…Va bene tutto, ma non si puo’ fare finta di essere nuovi e far finta di non avere responsabilità per il passato“.

21 maggio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»