AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Expo. Haiti si rialza dopo il terremoto e si mostra a Roma – VIDEO

ROMA – ‘Dal suolo al tavolo Haiti si rialza’. E si mette in mostra al Vittoriano, fino al 5 giugno, nell’ambito di ‘Roma verso Expo’. Qualità e creatività al centro della presentazione del popolo haitiano, non solo per ricordare, a distanza di cinque anni dal terremoto che mise in ginocchio l’isola caraibica, la fondamentale importanza degli aiuti giunti da ogni parte del mondo per aiutare Haiti a risollevarsi mantenendo la sua volontà di guardare con speranza a un futuro promettente e di garantire un’alimentazione adeguata ai suoi dieci milioni di cittadini, tema che si sposa con le linee guida dell’Esposizione universale di Milano: cibo e futuro. Il titolo della mostra parla del passato glorioso dell’isola, quando era la più ricca colonia di Francia grazie a spezie, oli, zucchero, cacao, caffè e legni pregiati come il mogano. Dalla terra alla tavola, gli haitiani compiono ogni sforzo per incrementare la produzione agricoltura ed essere al passo delle innovazioni. Perché se meno di 30 anni fa Haiti poteva soddisfare le esigenze nutrizionali della nazione e anche esportare alcuni prodotti, oggi, anche a causa delle calamità naturali, è indispensabile un’importazione massiccia per compensare le necessità primarie. Tuberi e cereali sono alla base dell’alimentazione quotidiana degli haitiani. Tra i tuberi: ignami, il cui uso in cucina è testimoniato sin dai tempi dei Romani, malanga, mazoubel, manioca/cassava (tapioca), patate dolci, patate (aracee). Tra i cereali: riso, mais, miglio, avena, fagioli e la moringa olifiera, pianta utilizzata come integratore nutrizionale. La valorizzazione dei prodotti è fondamentale: mango, guava, ananas, kenèp, melograno, banane, papaya il frutto dell’albero (pane-Artocarpus altilis) sono tra i più utilizzati. Ma Haiti è celebre anche per gli agrumi (una varietà è utilizzata esclusivamente per il liquore Grand Marnier), per gli oli essenziali (che forniscono la base vetiver per la maggior parte dei profumi) e per le orchidee Cattleya. A Roma la Repubblica di Haiti si racconta sia attraverso i prodotti della terra sia attraverso l’arte e la cultura, che sono rappresentate dai prodotti artigianali realizzati a partire da materiali di riciclo (con la tecnica tipicamente haitiana del fer decoupé), dai quadri degli esponenti contemporanei dell’arte Naif Haitien, scuola nata negli anni Quaranta e che oggi sta avendo un nuovo impulso creativo, e dalle opere letterarie di Danticat, Laferriere, Trouillot, Lahens.

21 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram