Toscana

Dalla preistoria al Medioevo, a Firenze un polo archeologico unico

Polo archeologico-Firenze

FIRENZE – Nasce a Firenze un polo di documentazione archeologica “unico in Italia”, dotato di una biblioteca specialistica con un patrimonio librario di oltre 100.000 volumi dedicati ai diversi temi dell’archeologia, della preistoria, dell’arte e dell’antropologia culturale. Una volta completato, coprirà infatti un arco cronologico davvero ampio: dalla preistoria al Medioevo. Il progetto è stato realizzato dalla soprintendenza archeologia della Toscana in collaborazione col museo Archeologico Nazionale, con il contributo dell’Ente Cr di Firenze. La spesa complessiva dell’operazione è indicativamente di 450.000 euro.

Il primo lotto, finanziato da Ente Cr Firenze, ha consentito di unire a queste due raccolte quella dell’Istituto italiano di preistoria e protostoria (Iipp) costituita da circa 30.000 volumi tra monografie e periodici, una delle più importanti del settore in Italia, dichiarata di interesse culturale dalla Regione Toscana nel 2013. La sala di lettura è stata realizzata nella cosiddetta Loggia di Luni” collocata al piano terra del palazzo della Crocetta. A lavori ultimati la sala di lettura sarà in relazione con gli archivi della soprintendenza e del museo.

di Diego Giorgi, giornalista

21 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»