Si vota in Sardegna: e se invece di Salvini vincesse il centrosinistra?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Pazza idea, ma visto l’andazzo… Domenica si vota per le regionali in Sardegna. Anche lì, stando agli umori, il centrodestra a guida Salvini dovrebbe portare a casa la poltrona del presidente.

La Lega vuole prendersi ogni territorio, e in Sardegna ha stretto l’alleanza col Partito sardo, forza storica. Il M5S, stando sempre agli umori, dovrebbe prendere un’altra batosta. Un anno fa era al 40%, stavolta si dimezzerà. E saranno altri guai per Luigi Di Maio, che ha già il Movimento sottosopra dopo l’immunità concessa a Salvini per salvarlo dai giudici che lo volevano processare per sequestro di persona.

In Sardegna, dunque, il candidato grillino arriverebbe terzo, è già fuorigioco. Ecco l’idea pazza che qualche maligno sta mettendo in giro nei palazzi della politica: e se un pezzo dei ‘grillini’ sardi convergesse sul candidato del centrosinistra, il sindaco di Cagliari Massimo Zedda?

Il centrosinistra è a pochi punti dal candidato del centrodestra. Certo, vincerebbe un avversario politico. Ma l’avanzata di Salvini subirebbe una battura d’arresto. E questo, forse, vale di più.

LEGGI DIREOGGI – EDIZIONE DEL 21 FEBBRAIO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

21 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»