Migranti, Gino Strada contro il governo: “Metà fascisti e metà coglioni”

Il fondatore di Emergency spara a zero sulla politica dell'immigrazione di Salvini: "Stiamo ammazzando persone, sono disgustato. L'idea della fortezza Europa chiusa con i muri è hitleriana"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il M5s sulla linea di Salvini “è un segnale terribile. Quando alla fine si è governati da una banda dove una metà sono fascisti e l’altra metà sono coglioni non c’è una grande prospettiva per il Paese”. Lo dice Gino Strada, fondatore di Emergency ‘Circo Massimo’ su Radio Capital.

“GOVERNO RAZZISTA LASCIA MORIRE I MIGRANTI. SONO DISGUSTATO”

“Siamo di fronte a un governo razzista e fascista che non ha nessun problema a lasciar morire persone. Non è una grande novità perchè questo terreno è stato preparato dal governo precedente e dal ministro degli interni precedente”. Lo dice Gino Strada, fondatore di Emergency ‘Circo Massimo’ su Radio Capital.

“Io sono assolutamente disgustato. Oltre alla tristezza c’è proprio la rabbia per questa indifferenza alla vita umana che ormai viene detta chiaramente, senza mezzi termini. Siamo in una situazione drammatica, non solo in Italia ma in Europa” dove “abbiamo una classe dirigente che per la maggior parte dovrebbe andare di fronte alla corte internazionale dell’Aia ed essere processata per crimini contro l’umanità. Queste persone stanno condannando a morte decine di migliaia di esseri umani”, dice ancora Strada.

“NON ESISTE PORTO CHIUSO O APERTO”

Per il fondatore di Emergency “non esiste porto chiuso o porto aperto, semi chiuso o semi aperto: qui stiamo ammazzando persone e le responsabilità sono dei governanti che impediscono il diritto di questi esseri umani a spostarsi e a cercarsi un futuro migliore”.

LEGGI ANCHE: Migranti, Mediterranea: “Altre 100 persone rischiano la vita”. Arriva nave cargo inviata da Tripoli

“FORTEZZA EUROPA È IDEA HITLERIANA”

“Gli esseri umani non sono sacchi di patate, che vengono dirottati, tu ne prendi 10, io 15. Ma dico siamo impazziti? Questo è un mondo di barbari. Qui stiamo tornando con le stesse logiche di tempi che speravamo non dovessero più ripresentarsi. Questa idea di un Europa che si chiude con muri è un’idea che ha un nome molto chiaro: l’idea della fortezza Europa è un’idea hitleriana“, afferma ancora Strada.

“SALVINI INDOSSA TUTTE LE DIVISE TRANNE QUELLA DEI CARCERATI”

Mi stupisce la completa disumanità di questo signore. E’ un atteggiamento che non è soltanto non solidale o indifferente, ma è gretto, ignorante. E’ un atteggiamento criminale, questi sono dei criminali, dobbiamo svegliarci ci stanno ammazzando la gente sotto i nostri occhi e li sta ammazzando un governo che, purtroppo, molti italiani hanno anche assecondato e votato”, dice Strada a ‘Circo Massimo’ su Radio capital, commentando alcune parole pronunciate da Matteo Salvini sulla questione dei migranti.

Per Strada “il nuovo fascistello, che indossa tutte le divise possibili eccetto quella dei carcerati, non ha preso il 90 per cento dei voti”.

LEGGI ANCHE: Migranti, Salvini: “Libia ha soccorso 393 migranti, la collaborazione funziona”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

21 Gennaio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»