“Una poltrona per due”, in quanti davanti allo schermo quest’anno? Ecco come scommettere

E anche al cinema parte il 'totocinepanettone': la sfida è tra la coppia Boldi-De Sica e il film di Veronesi "Moschettieri del Re"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Come panettone e pandoro, ogni anno da tradizione non è Natale che si rispetti senza “Una poltrona per due”. Il film con protagonisti Dan Aykroyd, Eddie Murphy  e Jamie Lee Curtis ha festeggiato l’anno scorso il ventesimo anno di programmazione consecutivoin tv. Naturalmente la pellicola anche quest’anno allieterà la vigilia degli italiani, ma la domanda è: quante persone si sintonizzeranno su Italia 1 il 24 dicembre? Lo scorso anno il film se l’è cavata ancora una volta egregiamente, con 2.282.000 spettatori e il 12.5% di share. Quale sarà l’ascolto di quest’anno? Sisal Matchpoint, come riporta Agipronews, ha aperto le scommesse: restare sotto il 12,5% di share (l’opzione Under) si gioca a 1,80, mentre l’Over vale 1,90.

Le scommesse al cinema: “Amici come prima” Vs “Moschettieri del Re”

E se in tv si celebra l’ennesimo appuntamento da tradizione, al cinema si punta su innovazione e ritorni di fiamma. Nelle sale a Natale arriverà l’attesissimo “Moschettieri del Re“di Giovanni Veronesi, avventura cappa e spada con protagonisti  Pierfrancesco Favino, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Valerio Mastandrea. La sfida al botteghino sarà con una coppia campione di incassi che mancava dal grande schermo da 13 anni: quella composta da Massimo Boldi e Christian De Sica, protagonisti di “Amici come prima”. Sisal Matchpoint ha aperto le scommesse sul testa a testa: il cinepanettone di Boldi-De Sica, riferisce Agipronews, è avanti a 1,30, mentre il quartetto diretto da Veronesi insegue a 3,25. 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»