Terrorismo, bomba (finta) a bordo di Boeing Air France: atterraggio d’emergenza in Kenya

ROMA – C’era una bomba a bordo del volo Air France 463, partito da Port Louis (Mauritius) e diretto a Parigi. Ma, si è scoperto qualche ora più tardi, si sarebbe trattato di un ordigno finto.

E’ stata una hostess, nella notte, a dare l’allarme, dopo aver scoperto un pacco sospetto con un oggetto simile a un timer nel bagno del Boeing 777. L’aereo è stato a quel punto dirottato sul Kenya, dove è atterrato all’aeroporto di Mombasa. Lì è stato verificato che si trattava effettivamente di un ordigno. La presunta bomba è stata poi rimossa per essere disinnescata dagli esperti kenioti. A quel punto è emerso che la bomba era fasulla.

A quanto riporta il quotidiano francese Le Monde l’oggetto in questione sarebbe stato il simulacro di una bomba, assemblato a partire da una serie di fogli disposti in modo tale da sembrare un ordigno. Una fonte di Air France ha descritto l’oggetto: aveva due orologi digitali trasparenti con due orari diversi, senza conto alla rovescia, con un filo nero simile a un’antenna, e quattro pezzi rettangolari di cartone legati tra loro con scotch e pinze metalliche.

airfrance kenya

Sul volo viaggiavano 473 passeggeri, attualmente alloggiati in alberghi del paese africano.

 

20 Dicembre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»