M5s e firme false, il Pd attacca: “Siamo a Grillopoli”. E il tour salta Palermo

fregolentROMA – “Ormai quella delle firme false a Palermo è diventata una vera e propria Grillopoli. Oggi Di Maio e Di Battista, Grillo e Davide Casaleggio continueranno a sminuire e a girarsi dall’altra parte o proveranno a fare chiarezza sulle nuove allarmanti denunce. La vicenda può essere ancora più grave rispetto a quanto già emerso. Se fosse vero che hanno clonato firme siglate per altri motivi, l’imbroglio sarebbe ancora più serio”. Lo dichiara la vice capogruppo del Pd alla Camera, Silvia Fregolent.

Anche il deputato e componente della segreteria Pd, Emanuele Fiano, stigmatizza quanto avvenuto a Palermo, anche alla luce delle novità emerse sulle firme ‘clonate’:  “Adesso pure le firme clonate, raccolte per un altro motivo e usate per le comunali di Palermo? La grillopoli firme false si ingigantisce ogni giorno di più nel solito silenzio omertoso di Grillo e dei vari Di Maio e Di Battista che non spiegano, tentano di negare quando non di insabbiare. E intanto scappano da Palermo nel loro giretto in treno. Leader da strapazzo”. Lo dice deputato e componente .

SENATORI PD: A PALERMO SULLE FIRME FALSE SIAMO A GRILLOPOLI

m5sI parlamentari Pd su Twitter attaccano il M5S: “In tanti anni non avevo mai visto copiare e clonare firme di cittadini ignari. #m5s inaccettabile. #firmefalse” scrive Franco Mirabelli su Twitter. “Com’è che il tour #M5S oggi in Sicilia salta a piedi pari #Palermo? Quante code di paglia ci sono nel movimento? #firmefalse”. Cosi su Twitter scrive la senatrice siciliana del Pd Pamela Orrù. “Ma #Nuti come mai non va in tour in Sicilia? E come mai non fanno tappa a #Palermo? #M5S dice NO… al rispetto per i cittadini. #firmefalse” insiste la senatrice dem Maria Spilabotte. “Vedere che i cittadini vengono presi in giro in questo modo fa male, soprattutto alla nostra democrazia. #firmefalse” conclude sempre su Twitter il senatore Stefano Vaccari.

MATURANI (PD): DA ONESTÀ-ONESTÀ A GRILLOPOLI

“Dalle firme false a quelle clonate, raccolte per un altro motivo? Questo è quello che è avvenuto a Palermo tra i dirigenti (?) del movimento grillino? Siamo passati da onestà-onestà a Grillopoli. Nel solito silenzio omertoso è assordante di Grillo e dei vari Di Maio e Di Battista che si girano dall’altra parte e intanto scappano da Palermo nel loro tour ferroviario. Eh, come è trasparente la diversità grillina”. Così Giuseppina Maturani, vice presidente del gruppo del Pd al Senato sulla vicenda firme false a Palermo.

20 Novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»