AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

A Roma rinasce enoteca regionale, sarà tempio del gusto/ Video

ROMA –  Un tempio del gusto made in Lazio, una dimora per i prodotti del territorio tutta rinnovata, pronta a far conoscere ai romani e al mondo le eccellenze enogastronomiche del Lazio. L’enoteca regionale di via Frattina volta pagina e con una gestione privata “ma con il pubblico che svolge il ruolo di controllo” diventa sinonimo di qualità e bellezza, grazie a un restyling che regala al locale nel cuore di Roma un aspetto che strizza l’occhio ad una architettura decisamente più internazionale, degna dei locali newyorkesi. Opera dell’imprenditore Nicolò Marzotto, che ha vinto un bando regionale messo a punto dall‘Arsial e che, abbandonato il nome Palathium a favore di Vyta, ha già riaperto l’enoteca dopo i lavori di ristrutturazione iniziati a maggio 2016.

Zingaretti: “Con enoteca regionale altra promessa mantenuta”

“Questa dell’enoteca regionale è un’altra promessa mantenuta. Abbiamo rilanciato un grande progetto di promozione della nostra enogastronomia e dei nostri prodotti in una via meravigliosa di Roma”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che oggi ha inaugurato il rinnovo dei locali dell’enoteca regionale di via Frattina. “Un eccezionale luogo di promozione della nostra enogastronomia, dei nostri vini e dei nostri olii, in un luogo totalmente rinnovato- ha aggiunto Zingaretti- con un partner privato che ci aiuta a evitare sprechi, rischi che abbiamo conosciuto in passato, e che aumenta molto la qualità. Lo avevamo promesso, sembrava impossibile e invece ce l’abbiamo fatta. Vogliamo dimostrare anche in questo caso che la spending review non può e non deve voler dire tagli, ma si può conciliare riduzione della spesa, anzi utile, perché noi guadagneremo con l’aumento della qualità del servizio”.


Rosati: “Enoteca regionale rinasce, luogo eccellenza all’avanguardia”

“Oggi è una bella giornata, rinasce un luogo di eccellenza in una delle strade più belle del mondo. Su questa enoteca abbiamo investito, abbiamo chiamato un privato, come il dottor Marzotto, che ha creduto a questa iniziativa. Credo che sia un locale all’avanguardia in Europa“. A dirlo l’amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati, in occasione dell’inaugurazione dell’enoteca regionale di via Frattina rinnovata a opera dell’imprenditore Nicolò Marzotto che ha vinto un bando regionale messo a punto dall’Arsial. “Questo è anche un luogo di formazione– ha aggiunto Rosati- ci tengo a dirlo perché i ragazzi degli istituti alberghieri possono fare alternanza scuola lavoro, ed è un’alternanza vera e sana perché possono applicare quello che studiano a scuola”.


Hausmann: “Nuova enoteca grande sfida per pubblico internazionale”

“Il 100% dei vini e il 60% dei prodotti della gastronomia. La nuova enoteca regionale è l’unico esempio in Italia di un vincolo così grande per un gestore di una enoteca ristorante. È una grande sfida per noi, una grandissima opportunità perché abbiamo una vetrina di prodotti che possono essere non solo venduti, ma anche assaggiati”. Così l’assessore regionale all’agricoltura, Caccia e Pesca, Carlo Hausmann, in occasione della presentazione della nuova enoteca regionale di via Frattina.

“Il piano di sotto di questo locale somministra sostanzialmente prodotti che non sono elaborati- ha aggiunto- una cosa molto importante per noi perché i prodotti intanto sono chiamati con il nome del produttore, quindi c’è una visione di chi ha fatto la specialità, e poi sono prodotti che entrano in gastronomia. È un esempio di promozione intelligente che non si ferma solo alla presentazione delle caratteristiche del prodotto, ma mira a far conoscere tutta la gamma delle specialità del Lazio che pochissimi conoscono, compresi i romani e gli abitanti del Lazio”. Inoltre, ha proseguito l’assessore, “il locale ha fatto subito presa su un pubblico internazionale. Una cosa importante perché siamo sicuri che al momento in cui il grande pubblico conoscerà le nostre specialità, resterà molto colpito”.

 

 

20 ottobre 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988