AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Cronaca

4.343 migranti salvati dalla Guardia Costiera nelle ultime 24 ore (VIDEO)

Sono in totale 4343 i migranti tratti in salvo nella giornata di ieri nel corso di 20 distinte operazioni di soccorso, a largo delle coste libiche, coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. I migranti si trovavano a bordo di 12 gommoni e 8 barconi. In particolare, 1137 migranti, a bordo di due barconi, sono stati salvati dalla CP 940 Nave Dattilo della Guardia Costiera. CP 906 Nave Corsi della Guardia Costiera ha tratto in salvo 379 migranti a bordo di tre gommoni, e da uno di questi ha recuperato il cadavere di una donna. La nave Bourbon Argos di Medici Senza Frontiere ha tratto in salvo 877 migranti che viaggiavano a bordo di due barconi e due gommoni.

Altre 301 persone a bordo di 3 gommoni sono state salvate dalla nave Phoenix del Moas. Su un gommone è intervenuta Nave Vega della Marina Militare Italiana, e ha tratto in salvo 99 migranti. Un mercantile è stato dirottato dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera e ha tratto in salvo 228 persone a bordo di due gommoni, poi trasbordati su Nave Vega. Hanno operato anche due unità militari inserite nel dispositivo Eunavformed: un’unità tedesca ha tratto in salvo 380 persone che viaggiavano a bordo di un gommone e di un barcone, mentre una nave inglese ha salvato 370 persone da un barcone, e le ha successivamente trasbordate sull’unità tedesca.

Le motovedette CP 312 e CP 324 della Guardia Costiera hanno tratto in salvo 130 persone da un gommone. Su un altro barcone sono intervenute la nave croata Mohrovicic del dispositivo Triton e un’unità della Guardia di Finanza, salvando rispettivamente 282 e 160 migranti. Ai 4343 migranti salvati nelle operazioni elencate si aggiungono altre 335 persone salvate dalla nave Siem Pilot in un’operazione coordinata dalla Grecia, e per i quali sarà assegnato un porto di sbarco in Italia.

20 settembre 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE
facebooktwitteryoutubelinkedIn instagram

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988