Donna incinta morta all’improvviso, il caso va in Procura: “Sospetti errori medici”

FIRENZE – Il caso del decesso improvviso della donna incinta quarantaduenne all’ospedale di Empoli (Firenze) finisce in procura. L’anatomopatologo, dopo aver eseguito l’autopsia stamane, sul corpo della signora, ha riscontrato elementi sospetti di condotte sanitarie incongrue. Lo specialista, di conseguenza, ha segnalato questa ipotesi ai magistrati. L’esame diagnostico si è tenuto all’ospedale di Pistoia. Lo fa sapere una nota dell’azienda sanitaria locale Toscana Centro.

Procura ordina il sequestro della cartella clinica

La donna- la 42enne Barbara Squillace incinta di due gemelli alla quarta settimana di gravidanza- era morta, ieri mattina, dopo sei giorni di ricovero nel reparto di ostetricia, disposto a seguito di iperemesi da gestazione. L’autorità giudiziaria si è attivata a seguito della comunicazione dello specialista, e ha disposto il sequestro della cartella clinica. L’Asl già ieri aveva messo in funzione la commissione aziendale del rischio clinico per condurre i dovuti accertamenti sulle procedure adottate e le conseguenti responsabilità.

Leggi anche: Firenze, donna di 42 anni incinta muore all’improvviso: era in ospedale a Empoli

Leggi anche:

20 Luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»