TG-Lazio

Raggi domani in tribunale, processo per falso nella nomina Marra; Oltre 400 eventi da centro a Gra, a Roma è festa musica

DA REGIONE LAZIO PRIMA LEGGE PER TUTELE A RIDER E GIG ECONOMY 

Un salario a tempo e non piu’ a cottimo, la tutela contro gli infortuni e la malattia, l’assicurazione obbligatoria. Sono i punti cardine della prima legge in Italia su rider e gig economy – approvata dalla Giunta della Regione Lazio – e presentata oggi dal governatore Nicola Zingaretti e dall’assessore al Lavoro, Claudio Di Berardino. Presto quindi, non appena arrivera’ l’approvazione definitiva del Consiglio, i lavoratori che oggi consegnano cibo a domicilio con le biciclette avranno diritti e tutele. “Questa legge non si fonda sull’idea del lavoro subordinato- ha detto Zingaretti- Siamo contenti, invece, che la nostra idea sia stata presa seriamente a livello nazionale”. La Regione Lazio, inoltre, stanziera’ 2 milioni di euro per il biennio 2019-2020 per forme di tutela integrativa in materia di previdenza e assistenza.

RAGGI DOMANI IN TRIBUNALE, PROCESSO PER FALSO IN NOMINA MARRA 

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, domani e’ attesa in Tribunale a piazzale Clodio per l’inizio del processo che la vede imputata di falso per la nomina a capo della Direzione Turismo di Renato Marra, fratello di Raffaele, ex capo del personale e braccio destro della prima cittadina. Che nel frattempo e’ finito in carcere per corruzione in concorso con il costruttore Sergio Scarpellini nell’ambito di un altro procedimento e che, in quello che coinvolge anche Raggi, dovra’ rispondere di abuso d’ufficio.
Per Raggi, che si e’ gia’ detta “certa” della sua innocenza auspicando “quanto prima l’accertamento della verita’ giuridica dei fatti”, la richiesta di rinvio a giudizio era arrivata dalla Procura il 28 settembre scorso e accolta dal gup del Tribunale di Roma il 3 gennaio, pochi giorni prima di quando avrebbe dovuto celebrarsi l’udienza preliminare. L’accusa alla sindaca e’ quella di aver mentito all’Anticorruzione del Campidoglio.

LEGAMBIENTE: A ROMA 7.700 MORTI DAL 2000 PER ONDATE CALORE 

Tra il 2005 e il 2016, in 23 citta’ italiane, le ondate di calore hanno causato 23.880 morti con un vero picco a Roma, dove dal 2000 sono morte circa 7.700 persone per ragioni attribuibili a ondate di calore. A dirlo un dossier di Legambiente presentato oggi sugli impatti dei cambiamenti climatici che stanno trasformando l’Italia. Particolarmente calda l’estate 2017, quella col mese di giugno piu’ caldo degli ultimi 150 anni, segnata da un lungo periodo di siccita’. Il Lago di Bracciano ha registrato un abbassamento di 160 centimetri, mentre a Roma e’ caduto l’82% di pioggia in meno.

OLTRE 400 EVENTI DA CENTRO A GRA, A ROMA È FESTA MUSICA 

Dalle piazze alle stazioni metro, dagli ospedali alle carceri fino ai luoghi della cultura e le parrocchie, domani la festa della Musica di Roma invadera’ tutta la citta’ con oltre 400 appuntamenti gratuiti dal Centro alla periferia, arrivando anche oltre il grande raccordo anulare. Concerti spontanei che vedranno protagonisti i cittadini ed eventi proposti dalle istituzioni animeranno la Festa che riserva un tributo speciale a Edoardo Vianello. Per celebrare il suo 80esimo compleanno, l’artista si esibira’ da un battello sul Tevere, da dove esattamente alle 21.21 cantera’ uno dei suoi successi. “Con la Festa della Musica di Roma la citta’ diventera’ di tutti e per tutti”, ha detto il vicesindaco di Roma, Luca Bergamo.

20 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»