AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE welfare

La riforma della scuola approvata dalla Camera, ora passa al Senato

scuolaL’aula della Camera ha approvato il ddl di riforma della scuola con 316 sì, 137 no e 1 astenuto. A favore hanno votato Pd, Area popolare, Scelta civica, Per l’Italia-Centro democratico, Psi, Minoranze linguistiche. Contrari M5s, Forza Italia, Lega, Sel, Fdi-An, Alternativa libera. Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

“Siamo tutti un po’ stanchi, ma molto molto felici” ha commentato il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini- Questo disegno di legge è il vero antidoto al clientelismo e alla corruzione in tutti i settori della società. Sono convinta che riusciranno a capire che l’autonomia la fanno gli insegnanti, gli studenti e i dirigenti. E a loro voglio ancora dire: abbiate fiducia nell’autonomia. Ora tocca a voi”.

“Il diritto allo studio- ha detto ancora il ministro- e’ il principio che ci ha ispirato” nel costruire il ddl sulla scuola. Un progetto “che rida’ agli studenti la possibilita di costruirsi un futuro”, con una scuola che “torna ad essere un ascensore sociale ed e’ un passaporto per la vita reale nel poter trovare poi un lavoro”.

Tra i più critici, nell’opposizione, Nichi Vendola, leader Sel. “Ora- ha scritto su Twitter- siamo davanti alla nuda verità: Renzi fa peggio della Gelmini fino a modificare la natura della scuola pubblica”.

 

20 maggio 2015

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988