Sud Sudan, tre giorni di preghiera per la pace

sudan_profughiROMA – Tre giorni di preghiera per il Sud Sudan, a partire da oggi, in tutte le parrocchie, ispirati da “un barlume di speranza e di pace”: a coordinare l’iniziativa e’ monsignor Paulino Lukudu Loro, arcivescovo di Juba, in un paese dove nonostante gli accordi di pace raggiunti ad agosto continua il conflitto civile. Nel testo diramato alle parrocchie, visionato dalla Dire, i fedeli sono invitati a “pregare per l’applicazione degli accordi per una pace sostenibile in Sud Sudan”. Sabato, a conclusione dell’iniziativa, nella cattedrale di Juba ci saranno un momento di raccoglimento e una celebrazione eucaristica. L’appello della Chiesa sud-sudanese giunge in giorni di incertezza, legati all’annuncio di un possibile arrivo a Juba di Riek Machar, capo dei ribelli in lotta contro il presidente Salva Kiir. Gli accordi di agosto prevedono la fine dei combattimenti e la nascita di un governo di unita’ nazionale. In poco piu’ di due anni il conflitto civile ha provocato decine di migliaia di vittime e oltre due milioni di profughi.

20 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»