Tg Lazio, edizione del 20 marzo 2019

Tg Lazio, edizione del 20 marzo 2019

TERREMOTO IN CAMPIDOGLIO, ARRESTATO DE VITO (M5S) PER CORRUZIONE

Terremoto giudiziario nel Campidoglio a guida Cinque stelle. Il presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito, è stato arrestato con l’accusa di corruzione. Secondo le ipotesi dei pm, l’esponente pentastellato avrebbe ottenuto elargizioni dal costruttore Luca Parnasi in cambio della promessa di favorire il progetto collegato allo stadio della Roma. L’indagine “Congiunzione astrale” si concentra sugli atti di corruzione e il traffico di influenze illecite non solo per il nuovo impianto, ma anche per la costruzione di un albergo alla ex stazione di Trastevere e la riqualificazione degli ex Mercati generali. In carcere, oltre a De Vito, anche l’avvocato Camillo Mezzacapo, destinatario di incarichi professionali su segnalazione dello stesso esponente M5S. Altre due persone ai domiciliari.

DI MAIO SCARICA DE VITO DALL’M5S: CANCELLATO PER SEMPRE

“Marcello De Vito è fuori dal Movimento 5 Stelle. Come capo politico mi assumo io la responsabilità di questa decisione”. È Luigi Di Maio, con un post su Facebook, a scaricare il presidente dell’assemblea capitolina. “Anche solo essersi presumibilmente avvicinati a certe dinamiche, per un eletto del Movimento, è inaccettabile. De Vito è cancellato per sempre”, ha aggiunto Di Maio. Anche la sindaca Virginia Raggi si è unita alla condanna: “Nessuno sconto. A Roma non c’è spazio per la corruzione. Chi ha sbagliato non avra’ alcuno sconto da parte di questa amministrazione”.

LE OPPOSIZONI INSORGONO: RAGGI SI DIMETTA

Le opposizioni in Consiglio comunale sono pronte a presentare una mozione di sfiducia nei confronti della sindaca Virginia Raggi dopo l’arresto di Marcello De Vito. Lo ha fatto sapere il capogruppo del Pd in Campidoglio, Giulio Pelonzi: “Se Raggi non accoglie il nostro invito a liberare Roma e a dimettersi, pensiamo a una mozione di sfiducia per lei. Stiamo ragionando con le altre opposizioni”. Richieste di dimissioni sono arrivate anche da Forza Italia: “Si torni alle urne. Agli alleati del centrodestra chiediamo un incontro per iniziare a parlare del programma e del prossimo autorevole candidato sindaco”, ha detto il capogruppo Davide Bordoni.

STEFÀNO SARÀ PRESIDENTE CONSIGLIO COMUNALE AL POSTO DI DE VITO

Enrico Stefàno sarà il nuovo presidente dell’Assemblea capitolina. Questa la prima conseguenza politica dell’arresto di Marcello De Vito. Stefàno fino ad oggi si è occupato di trasporti, rivestendo la carica di presidente della commissione capitolina Mobilità. È stata la stessa sindaca Virginia Raggi a comunicare all’interessato il suo nuovo compito.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»