Carmen Lasorella si ritira dalla corsa alla presidenza della Basilicata

Passo indietro dopo una giornata di trattative con Mdp. "Ha prevalso l'inciucio"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

POTENZA – Carmen Lasorella ha scelto di ritirarsi dalla corsa alla presidenza della Regione Basilicata, pubblicando nella tarda serata di ieri un video sui social. La giornalista Rai, che nella scorsa estate aveva dato vita al progetto politico ‘Luci’ (Lucani insieme) con il quale aveva deciso di correre alla carica di governatrice, ieri ha comunicato il suo passo indietro al termine di una giornata convulsa e di trattative evidentemente non andate a buon fine con Mdp.

“Fino all’ultimo momento ci abbiamo provato – ha detto Lasorella nel video registrato a Matera in piena luce del giorno – con caparbietà e determinazione, ma in questo contesto sembra che non ci sia niente di più nuovo del vecchio. Ci siamo anche assunti il rischio dell’incomprensione da parte di quell’opinione pubblica, la più attenta, proprio per il senso di responsabilità di offrire una alternativa di fronte alle frantumazioni e alle proposte oscure”. “Con me persone splendide che hanno condiviso un ragionamento sulla base di dati oggettivi. Un modello civico sul modello dell’Abruzzo, ma ha prevalso l’inciucio. Noi ci fermiamo qui per manifesta inagibilità del percorso. Ci sono codici che non possiamo violare, principi che appartengono alla nostra vita – ha concluso la giornalista – che sono la nostra storia. Il cambiamento non basta evocarlo, bisogna condividerlo, sostenerlo, portarlo avanti insieme. Luci resta, resta qui il mio impegno. Sono sempre più convinta che servano luci, che bisogna accenderle contro il buio”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»