Eutanasia, Fico: “Parlamento esamini proposta di legge su rifiuto trattamenti sanitari”

ROMA – “Tutti ricordiamo la commozione e le polemiche del giorno in cui scomparve Eluana e devo, purtroppo, rammentare che emerse in quel frangente con evidenza che il parlamento aveva troppo a lungo rinunciato a dare una risposta sul fine vita. Aveva risposto all’indubbia complessita’ della questione decidendo di non scegliere. Si tratto di una omissione di intervento inaccetabile per una istituzione come il parlamento che e’ investita dalla Costituzione del compito di legiferare per dare tutela agli interessi e ai valori riconosciuti dalal carta stessa”. Lo dice il presidente della Camera, Roberto Fico, nel suo intervento al convegno ‘Eluana 10 anni dopo’, a Montecitorio.

“Una omissione- sottoliena- alla quale purtroppo 10 anni dopo e’ stato posto rimedio, solo in parte, con l’approvazione della legge sul biotestamento che ha costituito il tentativo di dare una prima risposta. Ma nell’ordinamento e’ rimasta una grave lacuna”.

“Il Parlamento- dice ancora Fico- ha di fronte a se’ una grande opportunita’, un’occasione preziosa di affrontare nuovamente il tema dell’eutanasia, valutando le possibili soluzioni con attenzione e sensibilita’. In coerenza con il mio ruolo istituzionale, ritengo che questa sollecitazione non possa essere in alcun modo lasciata senza adeguata, compiuta e tempestiva risposta dalle Camere. Confido dunque che il recente avvio dell’esame della proposta di legge di iniziativa popolare relativa al rifiuto di trattamenti sanitari e liceita’ dell’eutanasia, presso le commissioni riunite Giustizia e Affari sociali della Camera, possa costituire l’occasione per un intervento organico su questi temi, nel solco tracciato dalla Corte costituzionale”.

“Abbiamo il compito- aggiunge- di intervenire per restituire dignita’ e centralita’ al Parlamento su questioni delicate, su cui sono indispensabili approfondimento e confronto. E abbiamo il dovere di fornire risposte vere e alte alle persone che hanno attraversato momenti difficili come Beppino Englaro. E a quelle che li attraverseranno”. Abbiamo una grande responsabilità e ce la dobbiamo prendere tutta”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Guarda anche:

20 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»