Ciampino, sequestrata casa Ater occupata da famiglia Casamonica

Gli indagati, dopo alcune ore di “contrattazione” con gli operanti, hanno inteso collaborare rilasciando l’abitazione senza inscenare proteste
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I Carabinieri della Compagnia di Castel Gandolfo hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Velletri, su richiesta della locale Procura della Repubblica, di un appartamento a Ciampino, di proprietà dell’Ater (Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale pubblica del Comune di Roma), occupato abusivamente da un’intera famiglia appartenente al clan Casamonica. Le indagini hanno permesso di accertare che l’intera famiglia, composta da padre, madre, due figli e moglie di uno di questi, aveva occupato, sin dall’anno 1997, senza titolo (in quanto non assegnatari), l’alloggio di edilizia residenziale pubblica situato in via Lisbona del comune di Ciampino. Gli indagati, dopo alcune ore di “contrattazione” con gli operanti, hanno inteso collaborare rilasciando l’abitazione senza inscenare proteste. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

20 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»