In Siria cento morti per i raid di Assad nell'area di Ghouta

Mondo

In Siria cento morti per i raid di Assad nell’area di Ghouta

ROMA – Almeno cento persone, di cui venti bambini, sarebbero morte durante bombardamenti da parte dell’esercito governativo siriano nell’area di Ghouta orientale, pochi chilometri a est di Damasco. La notizia, di oggi, è dell’Osservatorio siriano dei diritti umani, organizzazione non governativa con base a Londra. Se i dati, risalenti alla sola giornata di ieri, fossero confermati, quella di lunedì sarebbe una delle giornate con il più alto numero di vittime dall’inizio dell’assedio di Ghouta, occupata dai ribelli jihadisti dal 2013. Stanotte, il coordinatore umanitario regionale delle Nazioni Unite per la crisi siriana Panos Moumtzis ha diffuso una dichiarazione. “La situazione umanitaria dei civili a Ghouta orientale sta precipitando in modo incontrollato” afferma: “è necessario mettere subito fine a questa sofferenza umana senza senso. Questo accanimento contro civili innocenti e infrastrutture si deve fermare”.
20 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»