AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE Emilia-Romagna

A Ravenna i profughi si danno da fare come spazzini e operatori anti-spreco

RAVENNA – Raccolta differenziata ma anche lotta allo spreco di cibo. Si estendono nel Comune di Ravenna le possibilità di lavoro socialmente utile per i profughi ospitati in città. Anche questa mattina alcuni di loro assieme a dei volontari si sono messi all’opera nella zona dello stadio per effettuare la raccolta differenziata e per recuperare e selezionare gli avanzi di cibo delle bancarelle del mercato ambulante che saranno portati all’asilo notturno Re di Girgenti.
Questa “bella esperienza”, spiega il sindaco Fabrizio Matteucci che li ha salutati personalmente, è frutto della collaborazione fra il Consorzio degli ambulanti, il Re di Girgenti, la cooperativa “Persone in movimento”, Legambiente, Kirecò, Comune di Ravenna ed Hera. E ha l’obiettivo di “diminuire gli sprechi alimentari e aumentare la raccolta differenziata, oltre ad aumentare la pulizia della zona”.

di Cristiano Somaschini, giornalista professionista

20 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988