AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE sanità

Non solo giornalisti, la Casagit presenta il fondo di assistenza dedicato agli imprenditori

ROMA – Non più solo giornalisti, ora la Casagit apre anche agli imprenditori. Nasce il Fondo sanitario Confcommercio, il primo fondo di assistenza sanitaria integrativa a livello nazionale dedicato agli imprenditori del commercio, del turismo, dei servizi e dei trasporti.

CASAGIT_PRES_Layout 1

La novità è che il Fondo si avvarrà dell’esperienza della Cassa autonoma di assistenza sanitaria integrativa dei giornalisti italiani che, insieme a Casagitservizi, metterà a disposizione degli assistiti una rete di strutture private convenzionate sull’intero territorio nazionale.

L’iniziativa, presentata oggi a Roma presso la sede di Confcommercio, è stata illustrata alla stampa da Francesco Rivolta, direttore generale di Confcommercio, e Daniele Cerrato, presidente di Casagit. “Per quanto riguarda le coperture sanitarie- hanno spiegato- queste riguarderanno i grandi interventi chirurgici, le prestazioni pre e post intervento e l’accesso alla rete specialistica e odontoiatrica. Per quanto riguarda il primo punto, nello specifico, in caso di ricovero per infortunio o malattia il Fondo rimborsa le spese sostenute per interventi chirurgici, onorari dell’equipe medica, diritti di sala operatoria e materiali di intervento (compresi gli apparecchi terapeutici utilizzati durante lo stesso). Ma ancora per rette di degenza e prestazioni sanitarie erogate durante il ricovero o l’intervento (come l’assistenza medica e infermieristica), il costo dei medicinali e degli accertamenti diagnostici, le terapie mediche, riabilitative e farmacologiche”.

Nel caso in cui non sia stata presentata alcuna richiesta di rimborso per le spese inerenti il periodo di ricovero, hanno sottolineato, verrà quindi corrisposta “una indennità sostitutiva per ogni giorno di ricovero, per un massimo di 30 giorni”.

Per quanto riguarda le prestazioni pre e post intervento, invece, l’iscritto al Fondo ha diritto al rimborso delle spese sostenute “per visite mediche- hanno proseguito durante la conferenza- accertamenti e analisi cliniche, strumentali e di laboratorio effettuate (anche al di fuori dell’istituto di cura) entro i 90 giorni precedenti il ricovero e ad esso correlate. Il rimborso è previsto anche per visite mediche, accertamenti clinici, strumentali e di laboratorio, prestazioni mediche, chirurgiche e infermieristiche, acquisto di medicinali, trattamenti fisioterapici e rieducativi e cure termali entro i 90 giorni successivi alla cessazione del ricovero e ad esso correlate”. In merito alla rete specialistica e odontoiatrica, ancora, l’iscritto ha inoltre la possibilità di usufruire di prestazioni a tariffe agevolate “per accertamenti diagnostici, analisi cliniche, visite specialistiche, prevenzione odontoiatrica gratuita, oltre che per prestazioni odontoiatriche conservative, protesiche e ortodontiche”. In caso di emergenza, poi, è inoltre previsto per gli iscritti il numero verde gratuito 800.915.787, attivo24 ore su 24, attraverso il quale l’iscritto può richiedere consulti medici telefonici, invio di un medico o ambulanza, trasferimenti sanitari programmati e assistenza infermieristica post intervento.

Ma come funziona? “Per iscriversi al Fondo- hanno spiegato durante la conferenza- gli imprenditori dovranno rivolgersi alle associazioni territoriali di Confcommercio (elenco QUI) alle quali è possibile chiedere tutta la necessaria documentazione (Regolamento e Piano Sanitario). Quanto all’iscrizione, decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda”. La decorrenza per le garanzie Grandi Interventi Chirurgici e Prestazioni pre e post intervento, in particolare, è “di 180 giorni dall’iscrizione, mentre l’Accesso alla rete specialistica e odontoiatrica e l’Assistenza in emergenza sono attive dalla data dell’iscrizione. All’iscritto, così, verrà così consegnata una card nominativa che gli consentirà l’accesso alla rete di strutture convenzionate. La quota annua di iscrizione al Fondo- hanno concluso- è pari a 50 euro“.

20 gennaio 2016

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988