VIDEO | Camera, ‘onorevoli reporter’: pioggia di dirette in aula, e Rosato li bacchetta

Una premessa: e' vietato dal regolamento. I parlamentari non possono scattare foto e riprendere dei lavori d'aula. Lo fa notare piu' volte il presidente di turno Ettore Rosato
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Professione (onorevole) reporter. La seduta della Camera sul Global compact for migration vede innescarsi la polemica non solo sul piano politico, tra sostenitori o oppositori dell’intesa internazionale voluta dall’Onu, ma anche su quello ‘editoriale’. Sempre piu’ deputati, infatti, assistono alle sedute d’aula smartphone alla mano, commentando in diretta i lavori sui social.

Una premessa: e’ vietato dal regolamento. I parlamentari non possono scattare foto e riprendere dei lavori d’aula. Lo fa notare piu’ volte il presidente di turno Ettore Rosato, che invano cerca di tenere a freno gli improvvisati cronisti dell’emiciclo. Nei pochi minuti della seduta, all’agenzia Dire risultano in diretta dall’aula di Montecitorio: Laura Ravetto di Forza Italia, Manlio Di Stefano sottosegretario e deputato M5s, Marco Silvestroni deputato Fdi, Giorgia Meloni presidente di Fdi. Questi su facebook. Ravetto e Di Stefano si limitano a condividere la diretta della Camera, pratica consentita. Silvestroni e Meloni scelgono il fai da te. Ma non sono i soli. La pratica delle dirette estemporanee e’ ormai molto diffusa.

“Ricordo che non si possono fare riprese in aula”, dice Rosato. Qualcuno tra i deputati cerca di scaricare accusando i colleghi. “Di dirette facebook ne ho viste di tutti i colori e di tutti i colori politici”, risponde Rosato. Che poi sofferma l’attenzione sulla leader di Fdi. “Onorevole Meloni lei sta parlando con qualcuno in particolare?”, dice rivolto alla Meloni che sembra parlare da sola, o al limite al banco.

Anche le parole di Rosato finiscono nella diretta di Meloni. L’esponente della destra tuona contro la doppiezza della maggioranza, che sceglie di rinviare la decisione sul global compact. Nel farlo mostra la mozione agli spettatori facebook. S

ul foglio si legge, scritto a mano molto probabilmente dalla stessa Meloni: “Non contro i migranti ma contro chi li sfrutta per rivedere al ribasso i diritti dei lavoratori”. E’ un passaggio della mozione Fdi. Piu’ diretta di cosi’…

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»