Disabili, in appartamento in 10 per diventare indipendenti - DIRE.it

Welfare

Disabili, in appartamento in 10 per diventare indipendenti

ANCONA – Dieci ragazzi con disabilità vivranno insieme in un appartamento, sperimentando un percorso di autonomia: l’iniziativa, nell’ambito del progetto Vita Indipendente, è realizzata da Anffas Onlus di Grottammare Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno. L’appartamento è stato inaugurato venerdì 16 dicembre a Grottammare (Ap) e accoglierà persone con disabilità in possesso delle autonomie necessarie per convivere. Il primo obiettivo, sottolineano i promotori, è stata la costituzione – in sinergia con le famiglie interessate, l’Asur, i servizi sociali e l’Ambito territoriale sociale – di un “gruppo motivato e capace di relazionarsi correttamente“. Per questo sono state realizzate attività propedeutiche a costruire i legami necessari nella comunità alloggio: dai laboratori di florovivaistica e con l’argilla presso l’azienda agricola della Cooperativa sociale Il faro del Piceno a quelli artistici e di danza, presso la sede dell’Anffas di Grottammare, fino a percorsi di autonomia per la vita indipendente (cura degli spazi, alimentazione, gestione dello spazio e del tempo), presso la sede dell’Anffas di Grottammare.

“Atteso che molte delle limitazioni delle autonomie sono legate all’eccesso di protezione dei familiari, – spiegano – la psicologa dell’associazione ha incontrato a cadenza regolare le famiglie dei ragazzi per sensibilizzare sull’importanza di concedere spazi e tempi necessari ad esprimere le loro autonomie”. Il gruppo di Vita Indipendente che sarà protagonista della vita in comune è composto di 10 partecipanti, residenti nei Comuni di Montefiore dell’Aso, Grottammare, Cossignano, San Benedetto del Tronto. Le attività per il potenziamento e lo sviluppo delle autonomie si svolgono quotidianamente, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 16 e il sabato dalle 9.30 alle 11.30. Alle 12.15 si allestisce la zona pranzo e si mangia insieme. Prima della ripresa delle attività pomeridiane è contemplato un momento di condivisione, per ragionare insieme sugli eventi, condividere le scelte, prendere decisioni di gruppo. Il 31 ottobre 2016 è stato stipulato il contratto di compravendita dell’appartamento dove i ragazzi vivranno l’esperienza della vita in comune. Sono 11 le figure professionali impiegate per la realizzazione del progetto.

(www.redattoresociale.it)

19 dicembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»