Di Maio attacca: “Mai garantito per Marra, querelo i giornalisti”

ROMA – “Stamattina sono costretto a querelare alcuni giornalisti che hanno scritto articoli vergognosi su di me e a citare per danni i loro editori. Mi attribuiscono frasi e condotte sul ‘caso Marra’ che sono pura invenzione. A me dispiace doverlo fare. Non so se rispondono a logiche vergognose dei loro editori. Ma altrettanto vergognose sono le frasi inventate e i retroscena inesistenti”. Lo scrive su facebook Luigi Di Maio (M5s), vice presidente della Camera.

LEGGI ANCHE Arrestato per corruzione Raffaele Marra, il braccio destro di Virginia Raggi

“Sia chiaro che non ho mai garantito per Marra dicendo che fosse ‘pulito’, è un’invenzione vera e propria- aggiunge- Il ricavato della querela sarà donato al fondo per le piccole e medie imprese italiane. Non voglio intascare un euro, ma tutelare la verità. Ho appena dato mandato al mio avvocato”.

LEGGI ANCHE

Di Maio: “A Marra dissi di lasciare il gabinetto di Raggi”

Raggi: “Fuori Romeo, Frongia non è più vicesindaco”

19 Dic 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»