Toninelli: “Sicilia a lungo dimenticata dai miei predecessori”

Il ministro ha iniziato una due giorni in Sicilia per fare un'ispezione su tutti i cantieri di Anas e Rfi

Condividi l’articolo:

ROMA – “Ho da poco iniziato la visita in Sicilia, per verificare con i miei occhi lo stato di avanzamento di alcune opere che questa bellissima terra attende, oramai, da troppi anni”. Così il ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli che oggi ha iniziato la sua due giorni di vista nell’Isola visitando il cantiere del viadotto Himera lungo l’autostrada Palermo-Catania che nel 2015 vide una frana causare il cedimento del ponte.

Toninelli e la sua “ispezione”

“Sono qui per fare un sopralluogo, una vera e propria ispezione su tutti i cantieri di Anas e Rfi. Li voglio sollecitare perché non è possibile che ci siano tempi così lunghi”, dichiara il ministro. “Lo Stato è tornato – ha aggiunto Toninelli -, c’è una maggiore presenza e la Sicilia è una delle massime priorità per questo governo”.

“Isola dimenticata per troppo tempo”

Per lungo tempo l’Isola è stata dimenticata dai miei predecessori – aggiunge -. Nel passato, quando è andata bene, sono stati inviati i soldi per gli interventi, ma senza una vera pianificazione delle azioni e soprattutto senza i controlli. Vi ricordate, ad esempio, la strada dell’onestà, costruita nel 2015 con le restituzioni dei portavoce del M5s, in seguito al crollo di un viadotto autostradale che collegava Palermo con Catania? Ebbene, la ‘trazzera dell’onestà’, che per mesi ha ricucito la Sicilia, è ancora aperta e utilizzata dalla popolazione locale, mentre il viadotto, dopo tre anni, è tuttora in costruzione. Lavoriamo senza sosta – conclude Toninelli – per ridare ai siciliani infrastrutture dignitose”.

“INACCETTABILI STRADE COLABRODO”

“Siamo qui per dire che lo Stato vuole aiutare i siciliani e far sì che si posano spostare meglio sia all’interno dell’Isola che verso il continente. Riceviamo tante segnalazioni, non è accettabile che ci siano strade colabrodo. I siciliani meritano di vivere in uno stato dignitoso“, afferma Toninelli al suo arrivo sul cantiere del viadotto Himera, lungo l’autostrada Palermo-Catania.

“PRONTI CON ANAS A RIPRENDERE ALCUNE PROVINCIALI”

“Ci sono tantissime strade provinciali in stato di dissesto totale. Io sono qui per vedere i vari cantieri con Anas ma anche per dire che Anas può e che siamo pronti gradualmente a riprenderci una serie di strade provinciali per permettere ai siciliani di spostarsi meglio“. Così il ministro per le Infrastrutture, Danilo Toninelli, parlando con i cronisti a margine della visita nel cantiere del viadotto Himera, lungo l’autostrada A19 che collega Palermo con Catania.

“Di sicuro dovrò parlare con il presidente della Regione – ha continuato Toninelli -. E’ una responsabilità che, come Stato, ci vogliamo assumere”.

Leggi anche:

19 Novembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»