Referendum, Renzi: "C'è una accozzaglia contro di me" - DIRE.it

Politica

Referendum, Renzi: “C’è una accozzaglia contro di me”

referendum01ROMA – “Se vince il No si esce con l’ennesima accozzaglia. C’e’ una parte della vecchia classe politica che e’ sempre stata a favore delle riforme e ora e’ contro solo perche’ vuole tornare”. Lo dice il premier Matteo Renzi nel corso di una iniziativa elettorale in Basilicata.

“PENSIAMO AI NOSTRI FIGLI, NON AL MIO FUTURO”

 “Non e’ importante quello che faccio io, chi se ne frega di me, la discussione di questa fase politica non riguarda me, non me ne frega niente del mio futuro. Questo referendum non e’ per me ma per i nostri figli”. Cosi’ il premier Matteo Renzi nel corso di una iniziativa elettorale a Matera.

“CE LO GIOCHIAMO SUL FILO DEI VOTI”

“Questo referendum ce lo giochiamo sul filo dei voti”. Cosi’ il premier Matteo Renzi nel corso di una iniziativa elettorale a Potenza.

“DEPLIANT A TUTTI, QUERELE A CHI DICE SOLDI PUBBLICI”

“Manderemo a tutti un depliant a casa sul si’ al referendum. Chi dice che usiamo soldi pubblici sara’ querelato. Chi l’ha scritto verra’ querelato e chiederemo il risarcimento danni. Poi faremo un bel fondo e daremo i soldi in beneficienza”.

“VECCHI LEADER CONTRO PERCHÈ È LORO ULTIMA PARTITA”

“Se il 4 dicembre vince il si’, come credo, per loro non c’e’ piu’ spazio per tornare al potere. I vecchi leader politici fanno benissimo a giocarsi questa partita politica contro di me, fanno il loro gioco”. Cosi’ il premier Matteo Renzi, nel corso di una iniziativa a Benevento. “Non si puo’ restare con le solite facce che per decenni non hanno cambiato il paese”, aggiunge.

19 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»