Referendum, Sculco (Calabria in Rete): "Il Sì fa bene al sud" - DIRE.it

Calabria

Referendum, Sculco (Calabria in Rete): “Il Sì fa bene al sud”

ROMA – “Ho detto sì alla riforma costituzionale perché sono convinta che si tratti di uno storico cambiamento delle nostre istituzioni che potrà riavvicinare i cittadini alla politica e a far contare di più l’Italia in Europa. A mio avviso, aldilà dei tanti segni innovativi che si colgono a partire dalla fine del bicameralismo perfetto, la riforma costituzionale è assai significativa per il Mezzogiorno. E per le sue aree più svantaggiare come la Calabria”. Lo afferma Flora Sculco Consigliere regionale di Calabria in Rete “Una regione dove le condizioni generali dell’economia presentato criticità allarmanti e dove il regionalismo, nel corso di circa mezzo secolo, ha finito col mancare- spiega- più che in altre aree del Paese, sia l’obiettivo di realizzare una democrazia decentrata efficiente che quello di un’effettiva partecipazione della società civile alle scelte assunte da classi dirigenti spesso autoreferenziali e concentrate esclusivamente sulla gestione priva di ogni programmazione delle risorse”. Insomma, “a chi sceglie l’immobilismo e la continuità, noi dobbiamo preferire e scegliere il cambiamento. Dobbiamo essere la Calabria e il Sud che non hanno paura delle sfide del momento e accettano di mettersi in cammino. Assumendosi in pieno e per davvero le proprie responsabilità”, conclude.

di Luca Monticelli, giornalista professionista

19 novembre 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»