Un pappagallo raro è il simbolo di Ecomondo 2015. Appuntamento a Rimini dal 3 al 6 novembre - DIRE.it

Ambiente

Un pappagallo raro è il simbolo di Ecomondo 2015. Appuntamento a Rimini dal 3 al 6 novembre

pappagallo simbolo ecomondoBOLOGNA – Un pappagallo colorato, raro e in via di estinzione come simbolo e mascotte (in alluminio riciclato) per Ecomondo. È l’Ara Chloropterus, volatile tropicale che quest’anno sarà il testimonial della manifestazione fieristica prevista a Rimini, dal 3 al 6 novembre. Da dieci anni, infatti, la fiera della green economy, per scelta di Luciano Morselli (a lungo presidente del comitato scientifico della manifestazione), associa ogni edizione a una specie animale in via di estinzione. Una scelta che vuole essere un’operazione di sensibilizzazione e di comunicazione, poiché durante le giornate di fiera il pappagallo, oltre ad essere rappresentato dall’opera di Morselli è anche un gadget per i visitatori. Il pappagallo Ara è un esemplare diffuso nell’ecozona neotropicale, generalmente molto grande e dotato di lunghe code, grandi ali e di un piumaggio dai colori vivaci. E’ un  animale da compagnia, molto popolare e proprio per questo motivo divenuto ormai raro in natura. La minaccia più frequente cui la specie è sottoposta è la cattura per il commercio, non solo degli esemplari vivi, ma anche delle loro uova e delle loro piume. Ne deriva un impoverimento accentuato degli habitat in cui vivono.

La fiera di novembre si svolgerà in contemporanea con tutta una serie di altri eventi: Key energy manifestazione dedicata all’energia e la mobilità sostenibile; Key Wind, evento di riferimento per le aziende del settore eolico; Key Energy white evolution sull’efficienza energetica. E ancora, Sa.lve, il salone biennale del veicolo per l’igiene urbana, H2r Mobility for Sustainability, coi grandi marchi automobilistici che portano mezzi alimentati a metano, Gpl, elettricità o ibridi. Infine, sempre a Ecomondo, ci sarà Cooperambiente, il salone del sistema cooperativo legato all’ambiente e Condominio Eco, con le soluzioni tecnologiche per gli immobili residenziali.

19 ottobre 2015
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»