Niger, il confratello del missionario rapito: “Padre Maccalli è vivo”

ROMA – Padre Pierluigi Maccalli, il missionario rapito in Niger da presunti jihadisti è vivo. Abbiamo appena ricevuto notizia da padre Andrea Mandonico, della Società delle missioni africane, che padre Gigi Maccalli è vivo. “Ieri sera gli ha telefonato il vescovo di Niamey per riferire che la polizia nigerina ha assicurato appunto che padre Gigi è vivo e sperano di iniziare le trattative appena i rapinatori si faranno vivi”.  Lo riferisce ‘Il Nuovo Torrazzo’, settimanale della diocesi di Crema, di cui padre Maccalli è originario. Questa sera, alle ore 21, fa sapere il giornale, “è stata organizzata una veglia di preghiera da don Giovanni Rossetti e dai parenti di don Gigi, nella chiesa parrocchiale di Madignano. Tutti sono invitati”.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

19 settembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»