AREA ABBONATI - Accedi ai notiziari

DIRE lazio

Parco Falcone e Borsellino, oggi la cerimonia con Laura Boldrini. Annunciate proteste

ROMA – Oggi è il gran giorno: i “giardinetti” prenderanno ufficialmente il nome di Parco Falcone e Borsellino. La cerimonia avrà inizio alle 18.15 alla presenza della Presidente della Camera Laura Boldrini, del sindaco Damiano Coletta, della Presidente della Provincia Eleonora Della Penna.

Si inizierà con la Presidente della Camera e il Sindaco Coletta che depositeranno due corone di fiori presso l’aiuola alla base del monumento ai caduti dove, sul lato destro, sono state collocate le targhe in marmo che ricordano i magistrati, Francesca Morvillo, moglie di Falcone e gli uomini delle loro scorte. Dal podio allestito sul viale che guarda alla Cattedrale di San Marco interverranno il Sindaco Damiano Coletta, David Gentile, Presidente della Commissione Antimafia del Comune di Milano, la Presidente Eleonora Della Penna, la Presidente Laura Boldrini introdotti dalla Consigliera comunale Valeria Campagna, la più giovane dell’assise cittadina.

Ad interventi conclusi, Laura Boldrini e Damiano Coletta scopriranno la targa che sarà posta all’ingresso principale del Parco (lato Piazza della Libertà). La cerimonia proseguirà con l’esecuzione di due brani di musica contemporanea da parte di Roberto D’Erme e Massimo Gentile. In chiusura la Presidente Boldrini, insieme con le altre autorità intervenute, si sposterà su uno dei viali del Parco per visitare una rassegna di street art e ricevere un dono da alcune donne ospiti dell’atelier Acanthus.

Alla cerimonia sarà presente il Gonfalone del Comune di Milano. L’evento ha ottenuto anche il patrocinio del Comune di Palermo.

Sono previste però anche manifestazioni di dissenso. Già stanotte CasaPound ha lasciato su tutti i principali stabili razionalisti della città dei cartelli con un mirino e la scritta “Obiettivo Sensibile”, “per denunciare l’onda oscurantista e iconoclasta della politica locale (LBC e PD), delle associazioni antifasciste e del presidente della Camera Laura Boldrini”, dicono da Casapound.

Attacca duro Marco Savastano, responsabile di CasaPound a Latina: “Questa azione punta il dito contro LBC e i suoi sponsor a livello nazionale, in un anno hanno abbandonato la città in perfetta continuità con quel centrodestra che oggi farà parate folcloristiche intorno ai giardini. Oggi più che mai siamo al fianco dei nostri concittadini, della storia della nostra città e proiettati alla costruzione della nuova comunità cittadina che prenderà il posto dell’oligarchia politica di Coletta. Fate pure i vostri spettacolini, noi ai giardini ci saremo di nuovo da domani, quando lascerete di nuovo tutto nel degrado.”

Sempre stasera alle ore 18:00 ci sarà un assemblamento per protestare contro il cambio del nome dei giardinetti, il sindaco Coletta, e il presidente della Camera. L’incontro, a cui prenderà parte l’ex assessore e candidato sindaco Angelo Tripodi, si farà presso Piazza Dante di fronte all’ingresso della scuola elementare. Alla contromanifestazione i partecipanti sono invitati a portare bandiere tricolori o con i colori nerazzurri.

(Fonte LatinaQuotidiano.it)

19 luglio 2017

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»

DIRE

DIRE.it – Documenti Informazione REsoconti dal 1988