Arsial al Festival della Cultura ebraica. Rosati: “Cibo come veicolo di dialogo”

ROMA – “Quello di Arsial all’interno del ‘festival Ebraica’ è un ruolo consolidato a cui siamo affezionati”. Lo ha dichiarato Antonio Rosati, amministratore unico dell’Arsial, a margine della conferenza stampa di presentazione di ‘Ebraica’ il festival internazionale della cultura promosso da 11 anni dalla comunità ebraica di Roma.



Confronto sulla straordinaria tradizione giudaico romanesca delle eccellenze agroalimentari di Roma

“La Regione Lazio- ha continuato- ci tiene moltissimo a questa grande iniziativa che onora tutta la città, il presidente Zingaretti è molto legato a questa comunità, noi di Arsial sviluppiamo la promozione e divulghiamo le eccellenze agroalimentari e di questo ci occuperemo anche in questo festival. E’ nato un dialogo, un confronto sulla straordinaria tradizione giudaico romanesca delle eccellenze agroalimentari di Roma, è una cucina che riporta tutti i romani all’infanzia. Questa è un’occasione per riflettere sulla forza, la potenza del messaggio del cibo come anche comunicazione, dialogo, intrattenimento e accoglienza, dentro un contesto culturale di straordinario valore”.

Leggi anche:

DUREGHELLO: PROMUOVERLA PER COSTRUIRE FUTURO

“È sempre importante promuovere la cultura perché solo attraverso una cultura basata su valori e i legami saldi si può costruire un futuro”. Lo ha dichiarato Ruth Dureghello, presidente della comunità ebraica di Roma, a margine della conferenza di presentazione del festival internazionale di cultura ‘Ebraica’.

“Per noi è il motore principale dell’attività- ha continuato- che la comunità ebraica promuove sul territorio ed è proprio in questo volerci aprire che quest’anno aumentiamo l’offerta culturale. Questo è il messaggio che vogliamo trasmettere, vogliamo farci conoscere meglio, conoscere di più, condividere valori, storia e tradizioni, di una cultura che ormai è fatta di multi identità in cui gli ebrei romani rappresentano un pilastro fondamentale e quindi cultura, cultura e ancora cultura per affrontare i temi della politica delle attualità con una base solida e avendo la possibilità di fare le scelte migliori”.

Ti potrebbe interessare:

19 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»