ApprofonDiRE

18 anni, la maturità e un viaggio in Islanda. L’avventura parte da Bologna

BOLOGNA – Sono otto ragazzi bolognesi di 18 e 19 anni e festeggeranno la loro ‘maturità’ con un avventuroso viaggio in Islanda, fatto camminando tra  attraverso ghiacciai, vulcani, fumarole, colate di lava e panorami mozzafiato. Il tutto rigorosamente con lo zaino in spalla. Al viaggio di questi giovani, che partiranno non appena aver terminato l’esame di maturità per un viaggio molto particolare e ben lontano dallo stereotipo di viaggio ‘del divertimento’ di chi ha raggiunto un traguardo come la fine degli studi dell’obbligo.

Quello dei ragazzi bolognesi, infatti, sarà proprio un trekking all’insegna della natura lungo il celebre percorso naturalistico che da Landmannalaugar porta a Posmork, noto per i suoi paesaggi unici e suggestivi. Il viaggio durerà dal 18 al 23 luglio 2018 e sarà documentato attraverso un diario di viaggio con foto e video che verrà rilanciato anche dall’agenzia di stampa DIRE.

Un viaggio fuori dal comune

L’obiettivo de “Il Gregge in Islanda” – così il gruppo ha voluto ribattezzare la loro esperienza- è quello di vivere un’avventura fuori dall’ordinario dove mettersi alla prova. Sono abituati al trekking (da qualche anno affrontano una sfida diversa ad ogni estate) e anche ad uno stile ridotto all’essenziale, ma non hanno mai affrontato l’esperienza di un cammino lungo fuori dall’Italia, tanto più in una regione remota del nord Europa come l’Islanda.

Senza dimenticare l’ecologia

Il viaggio avrà anche una marcata impronta ecologica, nel pieno rispetto della natura e delle leggi a tutela dell’ambiente presenti nel paese in cui si recheranno. Presteranno quindi particolare attenzione allo smaltimento dei rifiuti e all’acquisto di prodotti etici e sostenibili.

“E’ uno dei percorsi più belli del mondo”

Ecco cosa raccontano  su Facebook i ragazzi del ‘Gregge’ e come spiegano la loro idea, a cui lavorano da gennaio: “Siamo un gruppo di ragazzi del 1999 che ogni estate si lancia in un nuovo trekking. Amiamo camminare in mezzo alla natura e sopratutto stare insieme mentre superiamo nuovi ostacoli. Fino allo scorso anno abbiamo sempre battuto territori nostrani, in particolare il sentiero della Gea che scorre sulla cresta dell’Appennino Tosco-Emiliano. Ma per l’estate 2018, quella che (speriamo) sarà la nostra estate della maturità, abbiamo deciso di lanciarci in qualcosa di più grande e complicato ma allo stesso tempo potenzialmente meraviglioso, quello che a nostro avviso è uno dei percorsi più belli del mondo: il sentiero che, in Islanda, conduce da Landmannalaugar (nell’interno, a sud ovest del paese) fino a Skogar (che si affaccia a sud sull’oceano). Seguendoci diventereste veramente un grande sostegno per il nostro progetto, che si svolgerà tra fine luglio e inizio agosto e vedrà concretizzata la nostra avventura in una serie di racconti giornalieri pubblicati dall’Agenzia di stampa Dire”.

Il sostegno di Aku (e gli scarponi in arrivo)

All’iniziativa di questi otto giovani ha deciso di dare un proprio sostegno Aku, il celebre marchio di scarponi da trekking, che ha sposato il progetto e deciso di sponsorizzarli fornendo loro le calzature con cui cammineranno in Islanda. Aku, spiega in una nota, “crede nell’impatto positivo delle attività all’aperto sulle persone e sulla società ed è impegnata a sostenere eventi che possano raggiungere un vasto pubblico e quindi coinvolgere ed incoraggiare chi abitualmente non pratica attività all’aria aperta, soprattutto le nuove generazioni”. Attraverso i loro social network, anche Aku darà conto giorno per giorno di questa avventura.

Ti potrebbe interessare anche:

19 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»