Mondo

Nudo in balcone durante il Ramadan: sei mesi di carcere

moschea_minaretoROMA   – Un uomo e’ stato condannato dalla giustizia egiziana a sei mesi di carcere per aver commesso ‘atti osceni’ durante il Ramadan. Secondo il portale nazionale di informazione indipendente Mada Masr, sarebbe uscito privo di vestiti sul balcone di casa per attirare l’attenzione delle donne.

Denunciato alla polizia dai propri vicini di casa, e’ stato ritenuto colpevole dai giudici, che hanno valutato anche l’aggravante dell’aver ‘dato scandalo’ durante il mese sacro per l’Islam.

Ahmad – nome di fantasia – ha pero’ respinto tutte le accuse, spiegando che e’ sua abitudine fare ginnastica al mattino in boxer e cannottiera, a causa delle temperature gia’ molto calde. Ma le testimonianze dei vicini danno conto di un’altra storia, e i giudici non gli hanno creduto, applicando cosi’ quella legge che in Egitto criminalizza “gli atti osceni in luogo pubblico”, e prevede fino a un anno di detenzione oltre al pagamento di una multa di 300 lire egiziane (circa tremila euro).

19 giugno 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»