Ballottaggi, i candidati sfilano alle urne: Andate a votare

ROMA  – Seggi aperti in 126 Comuni. E occhi puntati sulle principali città italiane: Roma, Milano, Torino Bologna e Napoli. Ecco i candidati al ballottaggio e i loro inviti al voto.

GIACHETTI – “Ho votato, fatelo anche voi, la vostra decisione è importante per i prossimi cinque anni. Si vota oggi fino alle 23”. Lo ha scritto su twitter il candidato sindaco di Roma Roberto Giachetti, dopo aver votato al suo seggio di via Fonteiana.

 

 

RAGGI CITA PERTINI – “Oggi servono due qualità: l’onestà e il #coRAGGIo. – Sandro Pertini”. Lo scrive su twitter Virginia Raggi, candidata M5s a sindaco di Roma.

 

Virginia Raggi ha votato nel primo pomeriggio nel suo seggio in via delle Maestre Pie Filippini nel quartiere Ottavia.

raggi_voto

SALA  – “Io ho appena votato. E voi?”. Lo scrive su twitter Giuseppe Sala, candidato del centrosinistra a sindaco di Milano.

PARISI –  Sui social Stefano Parisi, candidato per il centrodestra a Milano,  gioca con ironia: pubblica una foto del suo cane con la tessera elettorale sotto le zampe. “Oggi cosa si fa?”, chiede.

APPENDINO – Voto in mattinata anche per Chiara Appendino, candidata grillina sotto la Mole. 

FASSINO – Oggi il voto è , scrive su Twitter il candidato del centrosinistra Piero Fassino.

 

MEROLA – Il candidato del centrosinistra a Bologna, Virginio Merola, scrive su Facebook: “Ho votato, fatelo anche voi. Avete il diritto di decidere.  Si vota solo oggi fino alle 23”.

virginio merola

DI BATTISTA (M5S): CHI SI ASTIENE ALLEATO DEL ‘SISTEMA’ –  “Io non giudico coloro che non vogliono andare a votare. Vi sarete sentiti traditi tante volte dai partiti. Lo so benissimo. È successo anche a me. Poi ho capito che o mi rimboccavo le maniche o era meglio lasciare l’Italia. In Italia purtroppo la democrazia non è un diritto ormai ottenuto ma qualcosa che va conquistata e riconquistata ogni giorno”. Lo scrive su facebook il deputato M5s Alessandro Di Battista. “Capisco chi pensa che astenendosi possa dare un segnale al ‘sistema’- aggiunge-, ma non è così. Il ‘sistema’ ha ed avrà sempre a disposizione voti di chi ne fa parte (pur non andandone orgoglioso). Quindi chi si astiene, senza volerlo, diventa un alleato di chi vuole lasciare tutto così com’è. Chi si astiene purtroppo in realtà vota. Vota chi ci ha impoverito, umiliato, chi ci ha fatto pensare di lasciare il Paese. Andate a votare. Il fatto stesso che ci stiano togliendo poco a poco il diritto di farlo (pensate al Senato che non viene abolito ma aboliscono il diritto di votare) significa che temono i cittadini che decidono di scegliere. Andate a votare. Potete farlo solo oggi fino alle 23.00. Coraggio!”.

19 Giu 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»