VIDEO | Roma, Zingaretti: “È scappata di mano alla Raggi, è questa la tragedia”. Di Maio: “Su Ama una sceneggiata”

Per Zingaretti la tragedia di Roma non è l'intercettazione sul bilancio di Ama: "È che purtroppo questa città è scappata di mano a chi la sta governando"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io mi tiro fuori dal gioco giustizialista del dare colpe. Io da quello che ho letto c’è una verità che dice questo amministratore: non è vero che un presidente di regione o un sindaco può dire a un amministratore ‘io sono il socio e tu devi obbedire'”. Lo ha detto il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, nel corso dell’intervista di ieri sera a Piazza Pulita.

“Il suo dovere è verificare e tutelare in primo luogo i bilanci dell’azienda. Si sta giocando su un filo. Ma la tragedia di Roma non è questa intercettazione. E’ che purtroppo questa città è scappata di mano a chi la sta governando. Noi abbiamo avuto in tre anni nove assessori che se ne sono andati”, aggiunge Zingaretti.

DI MAIO: NOI PER LEGALITÀ, SU RAGGI DA LEGA UNA SCENEGGIATA

“Abbiamo sempre agito rispettando un punto, un principio: la legalità! Siamo sempre stati coerenti su questo. Lo abbiamo dimostrato anche recentemente a Roma. Siamo nati sulla questione morale e gli indagati per corruzione o per aver preso mazzette e tangenti no, non possiamo accettarli. Siamo entrati per cambiare le cose, non per lasciarle così come sono”. Lo dice Luigi Di Maio in un post su facebook.

“Mi auguro che la Lega lo abbia capito. Perché quella di ieri su Virginia Raggi è stata una vera e propria sceneggiata mediatica. Tra l’altro, sempre ieri sera, a pochi giorni dallo scandalo sulla sanità che ha travolto il Pd in Umbria, ho avuto la fortuna di ascoltare il nuovo segretario del Pd dire che quando un politico è indagato, deve dare delle spiegazioni ai cittadini. Sono più che d’accordo, peccato però che ancora stiamo aspettando le sue di spiegazioni… Vedete, la legalità, l’etica, la questione morale in politica hanno anche un prezzo, a volte, e un peso. Noi, questo peso, sappiamo sostenerlo. Noi questi valori li abbiamo sempre difesi. E continueremo a farlo. A testa alta e con orgoglio”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»