Elementor #194525

ROMA – Getti d’acqua su uomini, donne, bambini, occhi rossi e sguardi spaventati. Un logo e scritte in arabo in alto a sinistra mentre a destra, come nell’ultimo servizio dell’emittente inglese ‘Bbc’, l’avvertenza: “video dell’opposizione siriana”. Come dire che nel filmato si riferisce di vittime soccorse dopo un attacco chimico; ma anche che la prova provata non c’è e che, secondo alcuni, si  tratta solo di docce per portare via polveri di edifici in macerie.

Il video arriva da Douma, ultimo epicentro di una guerra (anche) di immagini combattuta anche da Stati Uniti e Russia. L’agenzia DIRE sta sentendo giornalisti, esperti e testimoni del conflitto in Siria per capire come cambiano, nell’era dei social, il lavoro dei cronisti e la propaganda di guerra. 

19 Aprile 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»