Energia, Enel: "Ecco il 'restyling energetico' della Costiera Amalfitana" - DIRE.it

Campania

Energia, Enel: “Ecco il ‘restyling energetico’ della Costiera Amalfitana”

enel amalfiNAPOLI – “Restyiling energetico” della Costiera Amalfitana, con reti elettriche “invisibili”, sempre piu’ resistenti e controllate a distanza: il piano di lavori di Enel Distribuzione e’ stato presentato questa mattina presso il Comune di Conca dei Marini dal sindaco Gaetano Frate e dal responsabile Enel Distribuzione Salerno Claudio Curti, alla presenza dei primi cittadini di Positano Michele De Lucia e Furore Raffaele Ferraioli nell’ambito dell’inaugurazione del nuovo Centro Satellite Enel, snodo centrale della distribuzione dell’energia sul territorio e tassello centrale degli interventi programmati per l’area.
La collaborazione tra Comune ed Enel ha reso possibile coniugare le esigenze del servizio elettrico con quelle paesaggistiche, realizzando un primo piano di interventi che interessano circa 5000 clienti, tra cui strutture alberghiere, anche ad Amalfi, Positano e Furore. Con l’attivazione delle nuove linee e del Centro Satellite di Conca dei Marini e’ stato possibile disattivare e rimuovere parte degli impianti preesistenti e dei sostegni aerei. Il Centro Satellite e’ poi al contempo un impianto che permette, grazie ad un elevato livello di automazione, di controllare tratti di rete elettrica a distanza e di ridurre i tempi di rialimentazione in caso di guasto.
Enel ha posato complessivamente otto chilometri di nuove linee interrate tra media e bassa tensione. Per non ostacolare la viabilita’, parte dei lavori e’ stata effettuata in orario notturno. Si tratta della prima parte del piano di interventi sulla rete elettrica della Costiera Amalfitana, avviato nel 2015 e che proseguira’ nel corso dell”anno.
I lavori presentati oggi sono il primo tassello di un percorso di collaborazione tra Enel e i comuni del territorio – spiega Claudio Curti – Grazie alla collaborazione con l”Amministrazione Comunale e” stato possibile individuare soluzioni per ottenere due obiettivi prioritari: migliorare la qualita” del servizio elettrico per i clienti e ridurre l”impatto paesaggistico degli impianti in un”area a forte vocazione turistica”.

19 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»