Tumori, cittadini in Regione: “Dateci i numeri”

marche_tumori2

ANCONA – Protesta dei comitati ambientalisti di Falconara questa mattina in consiglio regionale. In apertura di seduta una delegazione costituita da una cinquantina di cittadini si è alzata in piedi e ha mostrato dei cartelli che hanno formato la scritta. “Tumori: stop censura. Dati Falconara“. I comitati richiedono da settembre scorso un’audizione in commissione Sanità e Ambiente. Chiedono la pubblicazione dei dati del registro regionale dei tumori “su cui- dicono- la Regione è in ritardo”, i dati relativi ai ricoveri e ai decessi per tumori dei cittadini di Falconara e del suo hinterland: “Abbiamo i dati solo fino al 2011: non è accettabile“.

Secondo i comitati nel territorio esisterebbe un tasso di tumori superiori alla media. Tra le aziende che si occupano di attività “a rischio” a Falconara oltre alla raffineria Api anche l’azienda di bitumi Casali. “Non solo l’Api- concludono i comitati- sono numerose le aziende presenti nel territorio che si occupano di attività sensibili”. Dopo la protesta i presidenti della commissione Ambiente Andrea Biancani e quello della commissione Sanità Fabrizio Volpini hanno incontrato i manifestanti. “A breve- concludono- hanno promesso di convocarci per l’audizione in commissione”.

di Luca Fabbri, giornalista

19 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»