Carceri, Lorenzin: “450mila euro per lo screening sanitario dei detenuti”

lorenzin

ROMA – “Abbiamo stanziato 450 mila euro nella legge di stabilità di dicembre, per uno screening mirato sulla popolazione carceraria“. Lo dice il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “E’ più facile farlo rispetto ad altre popolazioni perché si tratta di popolazioni istituzionalizzate” spiega Lorenzin, che interviene durante la conferenza conclusiva degli ‘Stati Generali dell’esecuzione Penale’, in corso a Roma, nell’auditorium del carcere di Rebibbia.

Il ministro parla anche di “campagne di prevenzione all’interno delle carceri e di formazione e stewardship per quanto riguarda psicologi, psichiatri, medici e infermieri che devono intervenire su patologie ben precise- e aggiunge- credo che questo, dal punto di vista della salute, ci permetterà di fare un salto in avanti. Accompagnando queste misure ad altre, sicuramente, miglioreremo la qualità della vita della popolazione detenuta ma offriremo loro anche possibilità maggiori per un reinserimento nella vita fuori dal carcere, oltre al fatto che, per quanto riguarda le malattie trasmissibili, è evidente che fare screening, terapia e cura delle malattie trasmissibili vuol dire avere un impatto positivo sulla possibilità di trasmettere queste malattie sia dentro che furi dal carcere”.

19 aprile 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»