Veltroni: “Roma non è perduta, ha energie per ripartire”

Roma

ROMA – “Non è vero che Roma è una città malata. Non è perduta. Roma può riprendere la sua strada. Ho fiducia che questo accada perché ci sono le energie per farlo“. Lo ha detto Walter Veltroni nel corso dell’inaugurazione, ieri sera, della settima edizione di ‘Libri come’, la festa del libro e della lettura che si svolge nelle sale dell’Auditorium Parco della Musica. Quest’anno la manifestazione ha per tema ‘Roma e le altre città’. L’altra città in Italia, da sempre, è Milano ed è per questo che Veltroni è stato chiamato dagli organizzatori dell’evento per un confronto con il milanese ed ex direttore del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli.

“Nella mia vita non ho mai visto un periodo così positivo e di fiducia per Milano”, ha detto De Bortoli. Al che Veltroni ha replicato: “E’ vero, ma dieci anni fa era esattamente l’opposto. Roma era la città trainante, il turismo era al massimo, erano state aperte nuove infrastrutture e io venivo chiamato per parlare del ‘modello Roma’. Per questo dico che le energie per ripartire ci sono”. L’ex sindaco di Roma ha elencato i tre punti forti di Roma su cui puntare: “Politiche sociali, politiche culturali e infrastrutture“.

Secondo Veltroni “I cinema, le librerie, i negozi vanno riportati nei quartieri. C’è il bisogno di tornare ad una dimensione ravvicinata. Giorno dopo giorno bisogna unire la città. Chi fa il sindaco non lo può fare contro gli altri e in questa città questo è un messaggio molto importante. Mi auguro- ha concluso- che qualunque sia l’esito della campagna elettorale ci si preoccupi di fare il lavoro di ricucire”.

19 Marzo 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»