VIDEO | Bussetti: “Autonomia regionale è opportunità”

"Come lo è stata l'autonomia scolastica anche questa potrà essere un'opportunità", dice il ministro della Scuola. E sul Sud dice: "Mie parole strumentalizzate"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’autonomia regionale scolastica, “rappresenta un’opportunità che potrà essere valutata da tutti in tutte le forme e in tutti gli aspetti. Siamo solo all’inizio. Le parti sociali saranno interessate come tutti gli attori del mondo della scuola. La discussione è aperta. Come lo è stata l’autonomia scolastica anche questa potrà essere un’opportunità, ma vedremo se si realizzerà. Ne stiamo parlando e stiamo affrontando il tema”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti durante un convegno della Cisl Scuola.

“MIE PAROLE SUL SUD STRUMENTALIZZATE, DARÒ MIO SUPPORTO”

“Le mie parole sono state strumentalizzate: non ho mai citato il personale scolastico, che ha tutto il mio supporto”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, intervenendo ad un convegno della Cisl a proposito della parole, pronunciate la settimana scorsa, con cui sostanzialmente ha detto che al Sud serve più impegno e non più fondi.

“I fatti sono più forti di qualunque strumentalizzazione. Non mi faccio intimidire“, ha detto Bussetti riferendosi alle polemiche a seguito delle sue dichiarazioni durante una sua visita in una scuola di Caivano. “Ho voluto testimoniare che lo stato c’è ed è vicino a docenti, studenti e dirigenti scolastici. È grazie al loro lavoro se molti giovani in aree difficili hanno un futuro “, ha aggiunto il ministro. Tuttavia, “andiamo a vedere oltre a quanto si spende e quanti fondi sono necessari anche come vengono ripartiti sul territorio e come vengono spesi. Ovunque. Il problema della scuola- ha concluso Bussetti- e in generale degli investimenti pubblici, riguarda anche e soprattutto il tema della qualità della spesa, oltre che dello stanziamento delle risorse”.

“LIVELLO SCUOLA ITALIANA TRA I PIU’ ALTI AL MONDO”

“E’ necessario che la scuola si rinnovi. Deve tornanre ad essere il centro propulsivo della società. Tuttavia è giusto affermare che il livello scolastico del nostro Paese è alto, anzi è tra i migliori al mondo”. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti durante un convegno della Cisl Scuola.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

19 Febbraio 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»