San Marino

Grais nominato anche presidente Fondazione Banca centrale, ma con mini-compenso

SAN MARINO – A Wafik Grais il doppio incarico di presidente di Banca centrale e della Fondazione omonima. E’ la segreteria di Stato per le Finanze, all’indomani degli interrogativi emersi ieri in Aula consiliare, che rompe gli indugi, confermando la nomina e affidando i chiarimenti ad una nota, rispetto alle “decisioni prese in ambito di Assemblea dei soci della Fondazione di Banca Centrale”, con il fine di “sedare dubbi interpretativi sulle medesime”.

Infatti, gli interrogativi emersi ieri in Aula lasciavano immaginare che una nuova bufera si fosse abbattuta sull’istituto di via del Voltone: i consiglieri di C10, Mimma Zavoli e Franco Santi, avevano espresso dubbi sull’effettivo insediamento del neo presidente di Banca Centrale, “per ragioni legate al suo compenso”. Ai loro interrogativi si è aggiunto quello di Roberto Ciavatta di Rete che ha chiesto conferma della nomina di Grais anche alla presidenza della Fondazione di Bcsm “per ovviare alle richieste di un compenso maggiore”. Anche Nicola Selva, di Upr, in una nota, torna oggi a sollecitare l’esecutivo sulle domande emerse ieri in Aula: “Ritengo il governo debba con onestà e tempestività dire pubblicamente come sono realmente le cose”, manda a dire.

San Marino_banca centraleDi qui la risposta della segreteria di Stato presieduta da Gian Carlo Capicchioni: “Dall’individuazione dell’obiettivo strategico di dare impulso strutturato all’attività di formazione del personale del settore- spiega il testo di Palazzo Begni- è maturata la decisione di dare coerenza di visione e di direzione ai due soggetti giuridici, Bcsm e la sua Fondazione“. A questo fine, “ottenuta la disponibilità di Grais ad assumersi un ulteriore impegno- prosegue- è scaturita la proposta condivisa dall’Assemblea generale dei soci di conferire l’incarico di Presidente della Fondazione Banca Centrale allo stesso, individuando un compenso sensibilmente inferiore al tetto di legge, nel pieno rispetto delle norme, per lo specifico incarico che in quell’ambito dovrà essere svolto”. Inoltre, la segreteria di Stato per le Finanze conferma l’operatività di Grais in qualità di presidente di Bcsm: l’8 febbraio scorso infatti si è tenuto un incontro tra presidente e consiglio direttivo, inoltre “sarà a San Marino nei prossimi giorni- assicura- e pienamente operativo in occasione della visita del Fmi art.IV che si svolgerà dal 8 al 16 marzo”.

19 febbraio 2016
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»